Vivere con una dieta equilibrata allunga la vita

Avete mai visto un obeso arrivare ad una veneranda età? Quasi sempre non succede. Mangiare bene permettere di vivere più a lungo e questo concetto è noto da tempo, ma oggi uno studio dell’Università del Maryland è riuscito a calcolare "quanto".

Dieta squilibrata, alimentazione grassa aumentano il rischio di morte del 40% rispetto a chi invece vive in maniera più sana.

C’è tuttavia una precisazione da fare che spesso si sottovaluta: alimentazione sana non si riferisce solo al tipo di alimenti che vengono mangiati, ma anche alle quantità. Pasta, carne, latticini e olio, per esempio, sono alimenti sani, ma mangiarne in quantità sovrabbondanti rende la dieta totalmente squilibrata a discapito della salute.

I ricercatori statunitensi hanno analizzato le abitudini alimentari di 2500 persone tra i 70 ed i 79 anni per dieci anni ed hanno riscontrato che la prevalenza di alcuni cibi permettevano di vivere più a lungo. I volontari sono stati divisi in sei categorie a seconda del cibo predominante nella dieta, che andavano da "cibi sani" a "latticini" a "cereali".

Lo studio ha trovato che i soggetti della categoria "cibi sani" avevano il 40% in meno di probabilità di morire nel periodo analizzato rispetto ai consumatori di latticini, e il 37% in meno rispetto alla categoria "dolci e cibi zuccherati", mentre non c'erano differenze con chi consumava cereali.

''Una grande percentuale dei soggetti studiati aveva una dieta bilanciata -hanno scritto i ricercatori- questo implica che avere un'alimentazione corretta è un obiettivo realistico''. La ricerca è stata pubblicata dal Journal of the American Dietetic Association.

  • shares
  • Mail