Disgrafia, cos’è e quali sono i sintomi

Disgrafia, cos’è e quali sono i sintomi

La disgrafia è un disturbo specifico dell'apprendimento che emerge nei bambini quando imparano a leggere e scrivere.

La disgrafia è un disturbo che si nota nei bambini quando cominciano a personalizzare la scrittura, indicativamente in seconda o terza elementare. La disgrafia consiste nella difficoltà di riprodurre i segni dell’alfabeto e i numeri e può essere legata ad altri disturbi dell’apprendimento. La disgrafia è un’anomalia del movimento e della coordinazione con sintomi che si traducono in errori grafici nelle spaziature e nella qualità del tratto.

La disgrafia emerge dopo che il bambino ha imparato a leggere e a scrivere, quando il gesto dovrebbe essere automatizzato e si intravedono i primi sintomi come le difficoltà nell’organizzazione dello spazio, nella riproduzione dei simboli e nell’impugnatura della penna. Spesso i bambini con disgrafia non riescono a impugnare adeguatamente la penna o la matita, ma questo non basta per determinare una diagnosi.

I bambini con disgrafia hanno sintomi come difficoltà nella riproduzione di figure geometriche, la pressione del tratto è molto marcata o insicura e anche il disegno appare inadeguato rispetto l’età. Dimensione, forma e legami tra le lettere risultano scorretti e la loro scrittura risulta poco fluida. Spesso la disgrafia porta a sintomi secondari come a problemi nel riconoscimento di errori ortografici e problemi di natura psicologica legati alla sicurezza e l’autostima.

Le cause della disgrafia possono essere lesioni e lievi disfunzioni cerebrali, deficit sensoriali, irregolarità nella lateralizzazione del cervello, problemi percettivi o psicologici legati a traumi. Gli interventi per curare la disgrafia comprendono la concentrazione sulla parte motoria e sulla coordinazione e programmi personalizzati di apprendimento ed esercizio della scrittura.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog