Sedentarietà: 10 buoni motivi per evitarla

Sedentarietà: 10 buoni motivi per evitarla

La sedentarietà uccide il 4% delle persone al mondo ogni anno.

Guarda la galleria: Motivi per evitare la sedentarietà

La sedentarietà è una delle abitudini peggiori che il nostro stile di vite moderno porta con sé. Sappiamo tutti che una quotidianità scandita da una regolare attività fisica migliora la nostra salute e ci mantiene in forma. L’esercizio fisico è uno dei maggiori fattori protettivi della nostra salute, mentre la sedentarietà può essere definita come uno dei più gravi fattori di rischio.

La sedentarietà è un grave problema sociale, che ha spinto l’Organizzazione Mondiale per la Sanità a progettare una serie di interventi su larga scala per promuovere l’esercizio fisico e arginare le conseguenze mediche di una vita inattiva. Le stime indicano che un buon 30% degli adulti in Italia non pratichi alcuna attività fisica, nemmeno moderata o occasionale. Un recente studio ha mostrato come quasi il 4% dei decessi mondiali in un anno siano causati dalla sedentarietà.

Ecco allora 10 buoni motivi per evitare la sedentarietà:

  1. La sedentarietà provoca sovrappeso e obesità, fattori di rischio per molte malattie gravi.
  2. La sedentarietà può causare il diabete.
  3. La sedentarietà può provocare l’osteoporosi.
  4. La sedentarietà è un fattore di rischio per lo sviluppo di tumori, in particolare al colon e al seno.
  5. La sedentarietà provoca problemi di postura e muscolo-scheletrici.
  6. La sedentarietà è correlata con alti tassi di sviluppo di disturbi d’ansia e depressione.
  7. La sedentarietà aumenta il colesterolo e rallenta il metabolismo.
  8. La sedentarietà provoca problemi di circolazione e respiratori.
  9. La sedentarietà aumenta il rischio di infarto.
  10. La sedentarietà aumenta il rischio di morte prematura.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog

Tumori rari: il progetto “Accelerator Award” di Marcello Deraco