La carie si cura con il laser

smileyCosa non è capace di fare questo laser. Lo conosciamo già in moltissime delle sue applicazioni mediche ma un’altra è in arrivo dal Giappone, messa a punto da un team di ricercatori dell’Università di Tohuku: curare carie e parodontiti.

Lo scopo è la distruzione dei batteri all’origine delle due patologie senza un intervento particolarmente invasivo ma con estrema efficacia perché sarebbe in grado di eliminare in pochi minuti il 99,99% dei batteri.

La tecnica che dovrebbe essere disponibile entro pochi anni – l’anno prossimo partiranno i test sull’uomo – utilizza un laser a onde lunghe con acqua ossigenata, che creano ossigeno attivo capace di neutralizzare alcuni tipi di batteri. Finora i test hanno dato esiti incoraggianti.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail