La sindrome metabolica aumenta il rischio di tumore dell’endometrio

La sindrome metabolica aumenta il  rischio di tumore dell’endometrio

Esiste un legame fra sindrome metabolica e maggior rischio di sviluppare il cancro dell’endometrio, e tale legame sussiste a prescindere che la paziente sia in sovrappeso oppure obesa.

Le donne in età più avanzata che presentano i sintomi della sindrome metabolica possono correre un maggiore rischio di sviluppare un cancro dell’endometrio, indipendentemente dal fatto che si tratti di donne in sovrappeso oppure obese. A confermarlo sarebbe stato uno studio pubblicato sulla rivista “Cancer Epidemiology, Biomarkers & Prevention”, dove si sottolinea che l’obesità è comunque da sempre considerata come un importante fattore di rischio per lo sviluppo del cancro endometriale.

Già in precedenza, delle ricerche avevano suggerito che potesse esservi un legame fra sindrome metabolica e cancro dell’endometrio, ma secondo gli esperti non era ancora chiaro se a giocare il ruolo più importante fosse l’obesità o il sovrappeso della paziente, oppure se fossero coinvolti altri fattori tipici della sindrome metabolica.

Per rispondere alla domanda, gli esperti hanno esaminato un campione di 16.323 donne di età superiore ai 65 anni, alle quali era stato diagnosticato un cancro dell’endometrio tra il 1993 e il 2007, e un campione di 100.751 donne che non presentavano invece questa malattia.

I risultati delle analisi avrebbero rivelato che le donne che avevano la sindrome metabolica correvano effettivamente un maggior rischio di ricevere una diagnosi di cancro dell’endometrio. Inoltre, i ricercatori hanno constatato che tale rischio era più elevato a prescindere dal fatto che la paziente fosse in sovrappeso oppure obesa. Gli esperti hanno inoltre osservato che 4 fattori coinvolti nella sindrome metabolica possono giocare un ruolo chiave nello sviluppo della malattia, ovvero il peso eccessivo, l’alta pressione sanguigna, i trigliceridi alti e la glicemia alterata a digiuno.

Abbiamo scoperto che una diagnosi di sindrome metabolica era associata ad un più alto rischio di cancro dell’endometrio, e che la sindrome metabolica sembra aumentare tale rischio, indipendentemente dal fatto che la donna fosse considerata obesa.

spiegano gli autori della ricerca.

Anche se il nostro studio non era stato intrapreso con lo scopo di valutare il potenziale impatto della prevenzione della sindrome metabolica sull’incidenza del cancro dell’endometrio, la perdita di peso e lo svolgimento di esercizio fisico rappresentano i passi più efficaci che una donna può adottare per prevenire lo sviluppo della sindrome metabolica.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | MedicalNewsToday

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog