Bronchiolite nei bambini: sintomi, cause e quando serve il ricovero

Bronchiolite nei bambini: sintomi, cause e quando serve il ricovero

La bronchiolite è una malattia infiammatoria che è causata da un virus e che colpisce soprattutto bambini e lattanti. Vediamo sintomi e cure

La bronchiolite è l’infiammazione dei bronchioli, ovvero le ultime e più piccole ramificazioni dei bronchi, quelle che a mo’ di albero si introducono nei polmoni e che hanno un diametro di pochi millimetri.

Questa specifica malattia respiratoria è provocata da un agente infettivo, un virus (Virus respiratorio sinciziale o Rsv), che vive nei luoghi umidi e affollati e che va a colpire soprattutto i bambini molto piccoli, tra i 18 e i 24 mesi. Perché nei soggetti più grandicelli o negli adulti questo germe causa solo un “banale” raffreddore.

La bronchiolite è una malattia molto contagiosa, che i piccoli possono trasmettersi facilmente gli uni con altri, sia attraverso le goccioline di salive o il muco nasale che anche solo toccando oggetti infetti. I tempi di incubazione della malattia sono abbastanza brevi, circa 4 giorni dal contagio all’insorgenza dei primi sintomi, che sono:

  • Sonnolenza
  • Difficoltà di respirazione
  • Respiro sibilante
  • Tosse stizzosa
  • Colorazione bluastra delle labbra
  • Contrazione toracica accentuata durante l’atto respiratorio
  • Secrezione abbondante di muco nasale
  • Talvolta febbre

I bambini che sono più soggetti alla bronchiolite sono quelli che hanno un sistema immunitario più debole e pregresse patologie e carico del cuore o degli organi della respirazione, i prematuri ma anche quei piccoli che sono esposti al fumo passivo o ad agenti inquinanti dalla nascita.

E’ più comune ammalarsi di bronchiolite nei mesi invernali, perché il virus Rsv, proprio come quelli del raffreddore e dell’influenza, si diffonde con i primi freddi), ed è molto importante non sottovalutare i sintomi perché se non curata bene questa infezione può estendersi ai polmoni diventando polmonite. Le terapie per aiutare i bambini guarire dalla bronchiolite sono le seguenti:

  • Somministrazione di farmaci broncodilatatori con l’aerosol (stabiliti, se necessario, dal pediatra),
  • Somministrazione, sempre se necessario, di farmaci corticosteroidi per ridurre l’infiammazione
  • Mantenere umidificato l’ambiente in cui dormono i bambini usando umidificatori
  • Far dormire il bambino con la testina leggermente sollevata (ad esempio sollevando il materasso)
  • Idratare molto il bambino sia continuando l’allattamento al seno o con il biberon che aumentando l’apporto di altri liquidi come succhi di frutta e tisane (ad esempio camomilla)

In alcuni casi, la bronchiolite necessita di un ricovero in ospedale. Questa precauzione è prevista per i bimbi che abbiano già malattie croniche o che vengano colpiti da polmonite. In questi casi la terapia consiste nell’idratazione per endovena e nell’erogazione di ossigeno e soluzione salina finché il bimbo non sta meglio, più eventuale terapia antibiotica. In genere il ricovero per bronchiolite non dura più di qualche giorno.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog