Dentista, ogni quanto i controlli?

Dentista, ogni quanto i controlli?

Il consiglio dei dentisti è quello di effettuare regolari controlli ogni sei mesi, onde evitare rischi per la salute di denti e gengive. Ma è davvero necessario? Secondo alcuni specialisti, basterebbe una volta ogni due anni...

Anche se non lo mettiamo sempre tutti in pratica, sappiamo (perché ci viene ribadito costantemente), che i controlli dal dentista si devono fare ogni sei mesi. Questa frequenza è particolarmente importante in età pediatrica, soprattutto nella delicata fase in cui i bambini cambiano la loro dentatura sostituendo i denti da latte (o decidui) con quelli permanenti.

I “nuovi” denti sono infatti più vulnerabili proprio quando sono appena spuntati, inoltre è bene valutare regolarmente lo sviluppo della conformazione delle arcate e la loro occlusione, in modo da poter intervenire subito in caso di anomalie.

Dopo i 18 anni, però, quando i denti sono ormai diventati stabili, ben radicati nelle ossa e appaiono sani, c’è davvero bisogno di continuare a recarsi dal dentista ogni sei mesi? La questione, anche tra gli specialisti, è dibattuta. Infatti esistono diversi studi alquanto controversi a proposito dei reali benefici (in termini di prevenzione delle principali affezioni dentali e gengivali) di controlli così ravvicinati nel tempo.

E’ chiaro che persone con disturbi dentali di vario tipo, necessitano di controlli più frequenti, ma tutti gli altri? Un primo studio dei tardi anni settanta aveva dimostrato che non vi era particolare differenza tra chi ricorreva al dentista ogni sei mesi come raccomandato, e chi vi andava ogni 2 anni.

Entrambe le categorie di pazienti mostravano più o meno le stesse probabilità di perdere dei denti per colpa di carie o infezioni, o di sviluppare disturbi alle gengive. Studi successivi, però – parliamo degli anni 2000 – hanno evidenziato che effettivamente i più assidui a recarsi dal dentista avevano in media meno otturazioni (e quindi i loro denti erano stati attaccati da meno carie), rispetto agli altri.

Tuttavia, anche questi studi sono stati considerati non attendibili (in parte o completamente) e comunque insufficienti a dimostrare l’evidenza dei benefici dei controlli dal dentista ogni sei mesi. Ci sono, poi, dei fattori da considerare, che senza dubbio incidono.

Chi si reca spesso dal dentista, anche se ha una bocca sana, e probabilmente continuerebbe a mantenerla anche senza andare dallo specialista, in genere tende a prendersi più cura della sua salute orale, è più scrupoloso nell’igiene, si alimenta meglio e, quindi, preserva più a lungo la solidità dei propri denti.

Questo discorso è particolarmente valido per i bambini e gli adolescenti, che spesso, se lasciati a loro stessi, tendono a “dimenticarsi” di lavarsi i denti quanto dovrebbero sottovalutandone l’importanza. Ricapitolando, quale dovrebbe essere la nostra ideale frequentazione del dentista, considerando anche il fattore economico?

Secondo alcuni specialisti britannici i bambini dovrebbero recarsi a controllo periodico almeno una volta all’anno, e gli adulti (che non abbiano particolari problemi), ogni 18 mesi, massimo ogni due anni. Un buon compromesso che potremmo senza dubbio fare nostro.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Fonte| BBC.com

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog