Cos’è la renella, i sintomi e la cura

Cos’è la renella, i sintomi e la cura

Vediamo la Renella cos'è, i sintomi per riconoscerla e qual è la cura più efficace per depurarsi questa "sabbiolina" fastidiosa che si forma nei reni.

La renella è un disturbo non grave delle vie urinarie che si manifesta con la formazione di microscopici calcoli renali simili a sabbiolina. Vediamo i sintomi e le terapie corrette

Sono tantissime le persone che soffrono di un disturbo renale non grave ma doloroso chiamato renella. Si tratta di una patologia dell’apparato urinario affine alla calcolosi, perché il termine renella indica la formazione, a livello renale, di microscopici cristalli che appaiono simili a sabbiolina.

I reni sono in grado di smaltire questo materiale con maggiore facilità rispetto ai calcoli, che essendo delle pietroline dure più o meno grandi possono bloccarsi in una qualunque zona dell’apparato urinario (ad esempio negli ureteri, i sottili tubicini che convogliano l’urina dai reni alla vescica) o nell’uretra (il tubicino che conduce l’urina dalla vescica all’esterno) e provocare dolorosissime coliche , febbre e infiammazioni.

Tuttavia, anche se meno difficile da eliminare, anche la renella provoca spasmi e fitte dolorose a livello addominale. La “sabbiolina” che si forma nei reni è composta da cristalli di acido urico e acidi ossalici, e la sua produzione può avere diverse cause. In primis, vi è una predisposizione genetica, diremmo familiare, in secondo luogo la dieta gioca un ruolo cruciale nella formazione di renella e di calcoli renali. Tra i cibi più “pericolosi” troviamo:

  • Bibite zuccherate gassate
  • Formaggi e latticini in generale
  • Carne rossa e cacciagione
  • Caffè
  • Spinaci e verdure a foglia verde, prezzemolo
  • Cioccolato
  • Bevande alcoliche

I sintomi della renella sono dolori addominali e lombari molto forti, tali da togliere il respinto, e sensazione di oppressione, angoscia. Talvolta si possono manifestare anche senso di nausea e palpitazioni. Sebbene questo disturbo non sia grave, dal momento che produce dolorosi spasmi sarebbe meglio prevenirlo, pertanto chi scopra di esserne affetto, pur non necessitando di particolari terapie se non l’assunzione di uno spasmolitico in fase acuta, dovrebbe modificare le proprie abitudini alimentari.

Una dieta light, non troppo ricca di vegetali con alte concentrazioni di ossalati e di proteine animali (in generale di cibi acidificanti), che preveda l’eliminazione o la riduzione di bevande eccitanti, alcoliche e gassate, è senza dubbio il primo passo. Tutti coloro che, in generale, siano predisposti alla calcolosi, poi, dovrebbero bere almeno un litro e mezzo di acqua oligominerale al giorno.

Un buon aiuto per prevenire la formazione della renella e per agevolarne l’eliminazione da parte dei reni è quella di sottoposi ogni anno a cicli di cure termali e base di acque bicarbonate (ricche di bicarbonato di sodio) da bere per lo più a digiuno. Gli stabilimenti termali di cianciano o di Fiuggi, tra gli altri, sono ideali per questo tipo di cure naturali.

    1. Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su

App Store

    1. e su

Google Play

    ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog