• Benessereblog
  • Medicina
  • I sintomi della condropatia rotulea, le cause e le indicazioni dell’intervento

I sintomi della condropatia rotulea, le cause e le indicazioni dell’intervento

I sintomi della condropatia rotulea, le cause e le indicazioni dell’intervento

La condropatia rotulea è un disturbo doloroso del ginocchio che insorge quando la cartilagine che avvolge la rotula si consuma o si danneggia. Vediamo i sintomi e la terapia

La condropatia rotulea è un disturbo doloroso che interessa il ginocchio, e in particolare la cartilagine che avvolge la rotula, il piccolo osso a forma sferica che si trova al centro dell’articolazione. Il tessuto cartilagineo ha lo scopo di ammortizzare i movimenti e permettere il perfetto scorrimento delle ossa articolari l’una sull’altra, ma talvolta, per usura o traumi, si danneggia.

In questi casi si può sviluppare la condropatia, con sintomi dolorosi a carico dell’articolazione e riduzione della funzionalità del ginocchio provocati proprio dallo sfregamento della rotula con le ossa della gamba e dalla sua tendenza a spostarsi lateralmente rispetto alla sua sede naturale.

Vediamo come riconoscere i segnali che ci possono fra sospettare di avere in corso una condropatia della rotula, tenendo conto che in fase iniziale questo disturbo è asintomatico:

  1. Dolore più o meno intenso al centro del ginocchio, che insorge soprattutto quando l’articolazione viene sottoposta sforzo (saltelli, corsa, scale, esercizi come lo squat), oppure quando si sta a lungo in posizione inginocchiata
  2. Gonfiore del ginocchio provocata dall’infiammazione della cartilagine
  3. Scricchiolio quando si piegano le ginocchia
  4. Dolore muscolare (del quadricipite femorale in particolare) da sovraccarico

Per giungere ad una diagnosi è necessario rivolgersi ad un ortopedico che potrà basarsi, per scoprire una condropatia rotulea, anche solo sui sintomi, oppure richiedere esami come la radiografia del ginocchio o la risonanza magnetica. Come si cura questo fastidioso disturbo che spesso e volentieri colpisce gli atleti?

Il primo intervento prevede l’applicazione di borse del ghiaccio (crioterapia o terapia “del freddo”) per ridurre il gonfiore, il riposo per qualche settimana ed, eventualmente, l’uso di un tutore che mantenga in sede la rotula. Per recuperare la funzionalità articolare sono necessari anche cicli di fisioterapia con l’esecuzione di esercizi specifici (che si possono ripetere anche a casa), ma si può ricorrere anche alla magnetoterapia e ai trattamenti osteopatici.

Il completo recupero della funzionalità del ginocchio di solito si acquisisce dopo circa due mesi dalla lesione, ma si possono accelerare i tempi tramite infiltrazioni di acido ialuronico oppure l’intervento chirurgico in artroscopia.

Si tratta di un’operazione mininvasiva che prevede l’utilizzo di una parte del legamento esterno del ginocchio con cui si procede a suturare la rotula (lateral release). Si tratta di un intervento che prevede un recupero veloce, seppur associato a fisioterapia.

Se il danno è più consistente, però, può essere necessario procedere ad un intervento di riallineamento distale, più invasivo, che prevede la rimozione e successivo riallineamento del tendine rotuleo. Anche in questo caso, però, la riabilitazione è veloce e permette di riacquistare la completa funzionalità dell’articolazione.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog