Ictus, la riabilitazione grazie a un videogame?

Ictus, la riabilitazione grazie a un videogame?

La riabilitazione dopo l'ictus potrebbe essere più efficace grazie a un videogame

Per i pazienti che hanno avuto un ictus, un videogame potrebbe offrire notevoli benefici per quanto concerne il recupero delle capacità motorie. A renderlo noto sarebbe stata Lynn Gauthier, neuroscienziata della Ohio State University, secondo cui un particolare videogame potrebbe apportare benefici davvero notevoli. Il videogioco in questione sarebbe un videogioco tridimensionale basato sulla cosiddetta “CI therapy“, terapia che si basa sul far ripetere per diverse ore al giorno ai pazienti dei movimenti in modo che riacquistino forza negli arti indeboliti in seguito all’ictus

Nonostante si tratti di una terapia dalle notevoli potenzialità, sembra però che ad accedervi sia una percentuale davvero molto piccola di pazienti, come spiega la stessa Gauthier, secondo cui ciò è spesso dovuto ai costi elevati che una simile terapia comporterebbe. “Per ovviare al problema abbiamo sviluppato il videogioco, in collaborazione con un team multidisciplinare con medici, scienziati informatici, ingegneri elettrici e biomeccanici”.

 

Per testare i benefici di questo videogioco, sarebbe stato chiesto ai pazienti di giocare per 15 ore a settimana, e nelle ore in cui non giocavano, di bloccare l’arto sano, in modo da spingerli ad usare maggiormente quello compromesso. Il videogame permetterebbe ai pazienti di guidare un’auto, condurre una canoa, o anche di lanciarsi con il paracadute. Insomma, di compiere tutte le azioni che riprodurrebbero i movimenti previsti per la “CI therapy”.

 

Ebbene, stando a quanto emerso dalle prime analisi, sembra che i pazienti abbiano gradito molto questo genere di terapia, e non solo perché può essere svolta anche rimanendo in casa, ma anche perché è stata definita “più stimolante e meno noiosa della riabilitazione tradizionale. Se il trial darà anche buone indicazioni sull’efficacia – conclude la dottoressa – si potrà espandere l’uso del videogioco”.

 

Foto | da Pinterest di Visual Impact Systems

via | Agi

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog