Acido salicilico per curare l’acne: benefici e trattamenti

Acido salicilico per curare l’acne: benefici e trattamenti

L'acido salicilico è un famoso componente di farmaci che vengono usati per curare diversi disturbi. Ma lo sapevate che è anche molto utile in trattamenti per poter curare un disturbo tanto diffuso, e non solo tra i giovanissimi, come l'acne?

L’acido salicilico rappresenta uno dei trattamenti utili per far scomparire l’acne, ideale soprattutto per chi ha la pelle grassa. Si tratta di una sostanza che chimicamente parlando è molto simile ad un farmaco tanto comune come l’aspirina, che ha proprietà esfolianti molto importanti, in grado di liberare i pori ostruiti, riducendo rossore e infiammazione.

Il trattamento con acido salicilico per curare l’acne deve essere, ovviamente, prescritto dal proprio medico curante o dal proprio dermatologo: il prodotto deve contenere le dosi giuste di questa sostanza e dopo l’applicazione è bene sciacquare con cura il viso. Meglio optare per una soluzione diluita: l’acido salicilico è in grado di rimuovere delicatamente le cellule morte della pelle, di liberare i pori ostruiti, di aumentare la produzione di collagene e di ridurre le macchie sulla pelle.

L’acido salicilico stimola direttamente la circolazione, favorendo il sebo nei pori, alleviando al tempo stesso infiammazione e rossore. Ovviamente non ha solo benefici, ci sono anche effetti collaterali, dal momento che non si può usare in tutti i tipi di pelle: si usa con cautela nella pelle del tipo IV, V, VI della scala di Fitzpatrick. Si tratta per lo più di carnagioni scure: infatti l’acido salicilico per l’acne viene solitamente usato per persone con pelle chiara e grassa.

I prodotti migliori a base di acido salicilico per l’acne devono essere abbastanza acidi, avere un ph pari o inferiore a 4 e avere una concentrazione che deve essere compresa tra l’1 e il 3%, per essere efficace.

Via | Inerboristeria

Foto | da Flickr di saludaudea

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog