Il lavoro precario, rischio per la salute

Sembra ovvio a tutti, ma forse non abbastanza, che subire il precariato nel mondo del lavoro e non sceglierlo come stile di vita, è un fatto stressante. Cosi come è ovvio che lo stress è il biglietto da visita di tante malattie.

A dare taglio scientifico a questa ovvietà, ci ha pensato l'Osha, l’agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro che non si è fermata appunto ai dati di buon senso ma ha ricercato e analizzato il nesso tra precarietà sul lavoro e malattia.

Il quadro è sconfortante e anche angosciante: il lavoratore precario è un lavoratore con minori sicurezze di integrità fisica sul posto di lavoro ed è anche quello che spende meno per cure e prevenzione.

Per approfondire l'argomento c'è il dossier di SuperAbile il sito dell'Inail sul mondo delle disabilità.

  • shares
  • Mail