Aria condizionata come evitare di ammalarsi

condizionatoreI malanni di questo periodo, tolti i casi eccezionali di influenza fuori stagione, sono dovuti quasi sempre all’aria condizionata. Al massimo in interni, a contrasto con la calura effetto forno degli esterni, provoca sbalzi di temperatura micidiali per il nostro benessere, ma anche raffreddori, mal di collo, mal di schiena in quantità.

Prima di tutto bisogna stare attenti agli sbalzi di temperatura troppo bruschi. Teniamo a portata di mano una giacca leggera o una sciarpa estiva se i luoghi che frequentiamo sono molto condizionati. Sarebbe meglio attivare l’aria condizionata solo quando fa davvero troppo caldo, evitando di abusarne.

Gli ambienti condizionati sono spesso secchi: beviamo in abbondanza per evitare la disidratazione e manteniamo al livello ottimale l’umidità nella stanza, magari attraverso l’uso di piante adatte. La temperatura dovrebbe essere mantenuta costante all’interno della stanza e non troppo dissimile da quella delle stanze adiacenti, perché il passaggio non sia traumatico.

Infine, i luoghi condizionati devono essere periodicamente ventilati e i filtri cambiati spesso per evitare la diffusione di batteri e micro-organismi dannosi per la salute. Basta aprire la finestra per qualche minuto per cambiare l’aria e tenere la finestra aperta di notte per godere dell’aria fresca senza il getto dell’aria condizionata direttamente sul letto.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail