Ora legale, lunedì meno infarti grazie al cambio

Ora legale, lunedì meno infarti grazie al cambio

Grazie al cambio dell'ora pare che questo Lunedì i rischi di infarto saranno minori, ecco perché

Lunedì sarà la giornata in cui si registreranno meno rischi di infarto rispetto alla media di tutto l’anno, e questo lo dobbiamo … al cambio dell’ora! Nella notte fra Sabato e Domenica avverrà il passaggio all’ora solare, e porteremo le lancette dell’orologio indietro di un’ora. Ebbene, a quanto sembra, oltre all’umore ed alla bolletta, ad usufruire dei benefici di questo “cambio” sarà anche il cuore. La notizia sarebbe emersa in vista del 114esimo congresso nazionale della società italiana di medicina interna (Simi), che si tiene a Roma dal 26 al 28 ottobre, dove particolare attenzione meriteranno le connessioni che vi sarebbero fra i disturbi del sonno e le malattie cardiovascolari

Se è vero che normalmente il lunedì è considerato infatti un giorno “nero” per gli infarti, pare sia altrettanto vero che questo lunedì sarà un giorno un po’ meno “nero”, tanto che l’incidenza di infarti scenderà del 10% rispetto alla norma.

 

Alla base di tale fenomeno pare vi sia appunto “il sonno“. Normalmente infatti all’inizio della settimana si accumulerebbero tre fattori di rischio che aumenterebbero le possibilità di infarto, ovvero la tendenza a dormire meno, quella a dormire peggio, e il classico stress che accompagna l’inizio della settimana. Ciò però non avverrà, o avverrà comunque in minor misura, questo Lunedì.

 

“Molto probabilmente l’effetto protettivo è dovuto all’assenza del primo e forse più importante dei tre fattori scatenanti, la deprivazione di sonno; – avrebbe fatto sapere Gino Roberto Corazza, presidente della Simi – il vantaggio non e’ evidente negli anziani, probabilmente perché in questi ultimi la quantità di sonno è più costante, non più influenzata dalla necessità di puntare la sveglia presto al mattino, oltre al venir meno dello stress da inizio settimana. La possibilità, inoltre, di poter essere svegli e attivi sfruttando al meglio le ore meno fredde e più luminose della giornata contribuisce al maggior benessere“.

 

Foto | da Pinterest di Emily Tong

via | Corriere 

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog