Tanofobia: la paura del sole

tanofobiaAbbiamo già sentito parlare di tanoressia ma c’è anche una fobia associata all’esposizione al sole che rappresenta un disturbo opposto a quello precedente, che è l’ossessione di prendere colore e abbronzarsi, spesso andando incontro a problemi alla pelle per l’eccesso di esposizione e le poche protezioni adottate. Nel caso della tanofobia invece si ha un’eccessiva paura di esporsi.

Il problema è che attraverso questo eccesso di sicurezza si rinuncia anche ai benefici del sole arrivando nei casi peggiori alla carenza di vitamina D, importante per il benessere e sintetizzata grazie all’esposizione ai raggi solari.

Questo genere di avversione al sole colpisce soprattutto le persone adulte intorno ai cinquant’anni di età che temono l’insorgere di tumori alla pelle e si proteggono in maniera ossessiva o evitano del tutto di esporsi al sole.

Tra i rischi, collegati anche alla carenza di vitamina D, ci sono diversi disturbi quali la depressione, il malumore o addirittura la maggiore incidenza di tumori come quello al seno. Quando questa paura diventa fobia e dunque patologia va trattata con la psicoterapia, ma ben prima di arrivarci sarà bene esporsi con cura e attenzione ma senza eliminare del tutto il sole dalla nostra vita per non cadere da un eccesso all’altro.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail