Il massaggio connettivale per la cellulite, i pro e i contro da conoscere

Il massaggio connettivale per la cellulite, i pro e i contro da conoscere

Per sconfiggere la cellulite, inestetismo che colpisce la maggior parte delle donne, esiste anche un trattamento chiamato massaggio connettivale, scopriamo in cosa consiste

Il massaggio connettivale contro la cellulite è un trattamento estetico non invasivo, che mira a ripristinare una corretta microcircolazione e stimolare il metabolismo cellulare.

All’origine di questo odiato inestetismo che affligge la maggior parte delle donne,infatti, c’è proprio un’infiammazione del tessuto connettivo di alcune aree del corpo, provocato da un’incapacità delle cellule adipose di smaltire i liquidi inglobati. 

Il termine medico con cui si definisce la pelle a buccia d’arancia è infatti pannicolopatia-edemato fibrosclerotica, una condizione non grave ma che comunque può determinare fastidi non solo a livello estetico. A causare la cellulite sono tanti fattori concomitanti, ad esempio un’alimentazione scorretta, con un’alternanza di dimagrimenti e ingrassamenti continui (il cosiddetto effetto yo-yo che colpisce chi passi da una dieta all’altra), poca attività fisica, il fumo, e naturalmente una predisposizione genetica.

Ecco perché provare a sconfiggere il problema con un massaggio può essere una soluzione ideale: la manipolazione dei tessuti affetti da infiammazione è benefica e stimola uno smaltimento naturale dei liquidi “intrappolati” nelle cellule adipose. Vediamo come si effettua. Durante una seduta-tipo, il massaggiatore manipolerà tutto il corpo, insistendo sulle zone affette dall’inestetismo, effettuando dei movimenti ” a rullo”, profondi, aventi lo scopo di smuovere l’adipe accumulata nei cuscinetti di cellulite e agevolarne il metabolismo. Già dopo i primi trattamenti si dovrebbero cominciare a notare gli effetti: cute più omogenea e compatta.

In pratica la manipolazione agisce sul tessuto che si trova sotto la pelle, ricco di vasi sanguigni e linfatici, e costituito da fibroblasti, cellule che producono collagene. Quando in questa zona sottocutanea si accumulano i cuscinetti di grasso, la circolazione diventa asfittica e anche le cellule fibroblastiche non riescono a produrre abbastanza collagene per mantenere perfettamente tonica ed elastica la pelle. Il massaggio connettivale, effettuato in modo vigoroso e senza creme o oli, aiuta a ripristinare la salute cutanea e sottocutanea.

Tuttavia, questo trattamento non è adatto a chi abbia la cute o i capillari troppo fragili, e soprattutto è consigliato a chi abbia una cellulite “vecchia”, fibrosa, e ben localizzata. L’essenziale è far affidamento a professionisti seri e non aspettarsi “miracoli” come quelli promessi da trattamenti di medicina estetica ben più tecnologici. 

 

 

Foto| via Pinterest

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog