Candida: sintomi e rimedi naturali

Candida: sintomi e rimedi naturali

La Candida albicans è un fungo che normalmente è presente nella nostra flora batterica intestinale e che in determinati casi può provocare delle infezioni. Vediamo sintomi e rimedi naturali

La Candida è un’infezione fungina molto fastidiosa e diffusa che colpisce le mucose e la pelle, e il cui agente patogeno è un fungo – Candida Alicans, appunto – che si trova nella nostra flora batterica intestinale.

Di norma la coabitazione con questi miceti è priva di nota, ma in condizioni particolari, quando il nostro organismo sia debilitato (ad esempio dopo una cura antibiotica), il suo sistema immunitario sia immaturo (è il caso dei bambini) o sotto stress, essi proliferano innescando un’infezione che può manifestarsi in diverse aree del corpo.

La candidosi del neonato, ad esempio, viene chiamata “mughetto”, mentre quando la micosi colpisce le unghie dei piedi la definiamo onicomicosi. Tuttavia, le aree del corpo che più facilmente sono soggette a questa infezione fungina sono la bocca e gli organi genitali. Ecco i sintomi con cui si manifesta:

  • Formazione di chiazze biancastre sulle mucose (ad esempio dei genitali o  del cavo orale, soprattutto la lingua)
  • Arrossamento della mucosa
  • Prurito 

Le donne sono particolarmente soggette a soffrire di Candida vaginale, un’infezione che spesso si ripresenta non appena il corpo si trovi in una condizione di debolezza, di stress o di squilibrio ormonale (tipico il caso della Candida in gravidanza). Vediamo i sintomi di questa specifica micosi:

  • Prurito molto intenso
  • Pedite vaginali biancastre di consistenza semisolida (detta ” a ricotta”), inodori
  • Arrossamento e leggero edema dei genitali esterni (non sempre presente)
  • Fastidio durante i rapporti sessuali
  • Secchezza vaginale

Come si cura la Candida? Trattandosi di una infezione fungina, il trattamento terapeutico sarà di tipo farmacologico durante la fase acuta. In genere si basa sulla somministrazione di antimicotici per via orale, e, in caso di micosi vaginale, applicazione di ovuli e creme anti fungine. Tuttavia, la cosa migliore è sempre quella di agire preventivamente, in modo tale da non creare il terreno di coltura dove questo microrganismo possa proliferare. 

Per fare questo è necessario rinforzare le difese immunitarie dell’organismo e mantenere in buona salute la flora batterica intestinale. Ad esempio attraverso un’alimentazione mirata, in cui si privilegino cibi ricchi di vitamine, minerali,  antiossidanti e fibre, e in cui sia ridotto l’apporto di zuccheri semplici e lieviti (pizza, pane, dolci da forno e confezionati) che “nutrono” la Candida. Quindi via libera a frutta, verdura, legumi, cereali integrali, yogurt e probiotici.

Per prevenire le recidive, inoltre, biosgna curare moltissimo l’igiene. Per quanto riguarda quella intima, meglio lasciar perdere lavande vaginali o la detersione con prodotti molto aggressivi che seccanole m ucose e alterano il PH naturale, e invece puntare su saponi che rispettano la pelle, come quello di Marsiglia (consigliato anche dai ginecologi). Ottimi anche gli sciacqui con acqua e un cucchiaino di bicarbonato di sodio che hanno un effetto rinfrescante, disinfettante e antibatterico. 

Naturalmente per difendersi dalle micosi, e dalla Candida in particolare, si dovrà curare l’igiene di tutto il corpo (inclusa quella orale, naturalmente), usare biancheria di cotone e traspirante (intimo, calzini, canotte eccetera), possibilmente bianca. Attenzione anche al contagio, durante la fase acuta dell’infezione meglio usare il preservativo durante i rapporti sessuali e non scambiarsi salviette, bicchieri, spazzolini e indumenti. 

 

 

Foto| via Pinterest

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog