Condilomi: cosa sono e come si curano?

I condilomi sono delle verruche di piccole dimensioni, causate da alcuni sottotipi del papilloma virus umano, un virus molto diffuso per diverse patologie benigne o meno.

Condilomi

I condilomi altro non sono che delle piccole verruche causate da alcuni sottotipi del papilloma virus umano, l'HPV, davvero molto comune, dal momento che è alla base di alcune famose malattie come le verruche cutanee, le verruche plantari, i papillomi laringei e le neoplasie cervicali.

I condilomi, definiti anche creste di gallo, verruche genitali, porri venerei, papillomi ano-genitali, sono delle malattie veneree, che si trasmettono principalmente per via sessuale. Il virus è molto contagioso. I condilomi possono comparire su cute e mucose e si distinguono in condilomi acuminati, condilomi floridi e condilomi piatti.

I condilomi compaiono tre mesi dopo il rapporto sessuale con la persona affetta dal virus, ma può anche comparire più tardi: sono più frequenti sul pene o all'ingresso della vagina, ma possono apparire in tutta la zona ano-genitale. Queste piccole verruche, che nelle donne in dolce attesa si sviluppano più velocemente, non provocano dolore, ma molti pazienti lamentano prurito anche intenso.

I condilomi si possono prevenire proteggendosi durante i rapporti sessuali occasionali. Esiste anche un vaccino per il papilloma virus umano. Se la patologia è già in corso il medico vi consiglierà sicuramente uno screening di coppia: il partner va sempre informato dei rischi che potrebbe correre. I condilomi si possono curare con crioterapia con azoto liquido o con farmaci come l'imiquimod crema o la podofillotossina crema.

Non appena notate qualcosa di strano, rivolgetevi subito al vostro medico: è molto importante curare con attenzione i condilomi, informando anche i propri partner.

Via | Albanesi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail