Tumore: gli uomini muoiono più delle donne, uno studio spiega il perché

Tumore: gli uomini muoiono più delle donne, uno studio spiega il perché

Uno studio spiega perché gli uomini con un tumore rischierebbero di morire più delle donne

Gli uomini muoiono di tumore più delle donne? Ebbene si, a quanto sembra, uno studio avrebbe lo confermato una volta per tutte, e grazie al lavoro di ricerca condotto dai membri del Danbury Hospital Research Institute, sarebbe stato anche spiegato quale sia il motivo di un fenomeno del genere. Secondo quanto emerso, al centro dell’attenzione questa volta vi sarebbe il testosterone, ovvero l’ormone sessuale maschile per eccellenza. Sarebbe proprio quest’ultimo infatti il responsabile di una più accentuata aggressività dei tumori negli uomini

Lo studio sarebbe stato condotto su un vasto campione, costituito da 1,2 milioni di casi di tumori, raccolti nel database del “National Cancer Institute’s Surveillance, Epidemiology and End Results” (SEER). Da questi dati raccolti sarebbe emerso che l’aggressività che caratterizza molti tumori solidi e molti sarcomi potrebbe essere collegata proprio dalla presenza di testosterone libero.

 

Come spiegano gli stessi esperti, al giorno d’oggi non vengono assunti, in linea generale, trattamenti differenziati in base al sesso quando si procede con la terapia per la cura di un tumore, fatta eccezione per il cancro della prostata e il cancro del seno: “Ma il nostro studio – spiega il dottor Christiano Ferlini – sottolinea che il sesso ha un ruolo importante da svolgere in oncologia.

 

Dalle analisi sarebbe anche emerso che la violenza del cancro sarebbe stata più evidente nella fascia di età che va dai 17 ai 61 anni, ovvero durante la fase in cui emergono maggiori differenze per quanto concerne il livello di testosterone. Il picco più alto si sarebbe riscontrato intorno ai 27 anni di età, con una mortalità maschile più alta del 30% rispetto a quella femminile.

 

“I nostri risultati – conclude Ferlini – ottenuti dal più grande database pubblico a disposizione, suggeriscono che un più ampio uso di terapie anti-androgeni negli uomini di età inferiore ai 61 anni dovrebbe essere preso in considerazione”. 

Foto | da Pinterest di Seyfen Green

via | La Stampa 

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog