Cosa sono le cellule gliali e quali sono le loro funzioni

Le cellule della glia o cellule gliali, definite anche nevroglia, sono delle cellule che costituiscono il sistema nervoso. Ecco a cosa servono e come funzionano.

cellule gliali

Le cellule gliali formano il sistema nervoso: le loro funzioni principali sono quella nutritiva e di aiuto e sostegno ai neuroni, anch'essi parte costituente del sistema nervoso. Le cellule della glia permettono di isolare i tessuti nervosi, proteggendoli anche da urti e dai corpi estranei che potrebbero danneggiare i tessuti a causa di traumi e lesioni.

Le cellule gliali, oltre alle funzioni sopra descritte, regolano l'ambiente nel cervello, come ad esempio i fluidi che circondano sia i neuroni sia le loro sinapsi, garantendo così il nutrimento. Possono anche influenzare la crescita degli assoni e, secondo recenti studi, pare che gli astrociti siano in grado di comunicare.

Gli astrociti sono proprio le maggiori cellule gliali presenti nel nostro cervello: il loro compito è quello di riempire lo spazio tra i neuroni, regolando anche il contenuto chimico dello spazio extracellu. Anche le cellule oligodendroglia e le cellule di Schwann appartengono alle cellule gliali ed hanno il ruolo di fornire strati di membrana per isolare gli assoni: le prime si trovano nel sistema nervose centrale, le seconde nel sistema nervoso periferico. E ancora, abbiamo i precursori degli oligodendrociti, gli ependimociti, le glia radiali, l'esprimente NG2 e le cellule satellite, che come quelle di Schwann si trovano nel sistema nervoso periferico.

Esiste poi anche la microglia, che protegge i neusoni del sistema nervoso centrale, che tecnicamente non sono cellule della glia, ma spesso vengono inserite in questa categoria per il loro ruolo di aiuto ai neuroni.

Via | Neuroscienze

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail