Curare l'ansia con i rimedi naturali: la Kava

Farmaci e valeriana non sono l'unica soluzione contro i sintomi dell'ansia. Ecco la soluzione che arriva dal Sud del Pacifico senza portare con se' effetti collaterali

Kava

Gli scaffali delle farmacie offrono diversi medicinali per curare l'ansia, ma anche la natura puo' rivelarsi un prezioso alleato della salute di chi soffre di questo disturbo. Fra i rimedi naturali più' conosciuti per contrastare i disturbi ansiosi c'e' sicuramente la valeriana. Questa pianta non e', pero', l'unica alternativa ai medicinali. Meno nota, ma di efficacia dimostrata scientificamente, e' la Kava, una pianta officinale originaria del Sud del Pacifico.

Uno studio dell'Universita' di Melbourne ha recentemente eliminato ogni dubbio sull'utilita' di questo rimedio naturale per contrastare i sintomi dell'ansia. Guidati da Jerome Sarris, esperto del Dipartimento di Psichiatria dell'ateneo australiano, gli autori della ricerca, pubblicata sul Journal of Clinical Psychopharmacology, hanno monitorato per 8 settimane i sintomi di 75 pazienti con disturbi ansiosi cui sono state fatte assumere delle pastiglie a base di Kava o contenenti un semplice placebo.

I dati raccolti dimostrano la capacita' di questo rimedio naturale di ridurre in modo significativo i sintomi dell'ansia. L'effetto e' maggiore in chi soffre di disturbi di entita' da moderata a grave e mentre l'assunzione del placebo e' associata alla remissione completa dei sintomi solo nel 6% dei casi, quella di Kava permette la guarigione completa nel 26% degli individui che la assumono.

Nessun effetto collaterale

La ricerca ha anche dimostrato che l'assunzione di Kava, che, in passato, ha sollevato dubbi di sicurezza per la salute del fegato, non ha nessun effetto collaterale, nemmeno in termini di crisi di astinenza alla cessazione dell'utilizzo. L'unico possibile ostacolo alla sua efficacia sembrano essere il Dna di chi la assume: alcune varianti dei geni che codificano per i trasportatori del GABA, molecole che partecipano alla trasmissione dell'impulso nervoso, possono influenzare la risposta all'assunzione di questo rimedio naturale per l'ansia.

I medicinali basati sulle piante possono essere un trattamento valido per i pazienti con ansia cronica

ha commentato Sarris.

In questo studio siamo stati in grado di dimostrare che la Kava offre una potenziale alternativa naturale per il trattamento dell'ansia cronica clinica. Rispetto ad altre opzioni da' meno rischi di dipendenza e ha un minor potenziale per effetti collaterali.

Se questi risultati saranno replicati potrebbero aprire la strada a semplici test genetici che determinino quali persone potrebbero ottenere un effetto benefico di riduzione dell'ansia dall,assunzione di Kava.

Non solo, secondo i risultati di uno studio recentemente pubblicato su Phytotherapy Research la Kava ha anche un effetto positivo sulla libido femminile che, probabilmente, e' attribuibile sempre alla riduzione dell'ansia.

La posologia

Sarris e colleghi hanno prescritto ai partecipanti allo studio due compresse al giorno contenenti un estratto acquoso di Kava, per un totale di 120 mg dei cosiddetti kavalattoni. Dopo 3 settimane in assenza di benefici la dose di assunta e' stata raddoppiata.

Via | Science Alert
Foto | da Flickr di Scot Nelson

  • shares
  • Mail