Il tumore alla tiroide: cause, sintomi, cure, mortalità e metastasi

Il tumore alla tiroide può essere sia benigno sia maligno: scopriamo insieme le cause, i sintomi e anche le cure per questa malattia che ha incidenza maggiore nel sesso femminile..

tumore alla tiroide

Le malattie a carico della tiroide possono essere diverse: la ghiandola endocrina, che si trova nel collo e che produce i cosiddetti ormoni tiroidei e che regola il metabolismo del nostro organismo, non è esente dal cancro. Il tumore alla tiroide è causato dalla crescita anomala di un gruppo di cellule e può essere benigno o maligno. La forma più comune è legata alle cellule follicolari, anche se non mancano casi a carico delle cellule parafollicolari e rari casi di carcinoma anaplastico della tiroide.

Il tumore alla tiroide può anche essere di origine linfatica o derivante dai tessuti muscolari o cartilagenei. Si possono anche manifestare tumori metastatici, che provengono da altri organi interni. Il tumore alla tiroide può causare difficoltà respitatorie e alla deglutizione. Il sintomo più comune è un nodulo che si manifesta nella ghiandola: non tutti rappresentano forme di cancro.

Il tumore alla tiroide, rispetto alle altre forme di cancro, ha un'incidenza dell'1-2 per cento e colpisce di più le donne rispetto agli uomini. La mortalità è molto bassa, soprattutto se si interviene in tempo e dopo l'intervento il paziente solitamente può condurre una vita normale.

Il trattamento preferibile è quello chirurgico: generalmente si tende a rimuovere tutta la ghiandola, ad eccezioni in casi in cui la manifestazione sia piccola e allora si procede con l'asportazione del tratto coinvolto. Solitamente vengono asportati anche i linfonodi coinvolti nella malattia.

Dopo l'intervento il paziente deve seguire una cura a base di ormoni tiroidei, mentre in caso di carcinomi papillari e follicolari, che rischiano la metastasi, la persona viene sottoposta anche a iodio radioattivo. La chemioterapia, infine, è destinata al trattamento di neoplasie più aggressive o che hanno dato esito a metastasi a distanza.

Via | Airc

Foto | da Flickr euthmandi

  • shares
  • Mail