Gastrite nervosa: sintomi e cura

Gastrite nervosa: sintomi e cura

La gastrite nervosa è una infiammazione della mucosa dello stomaco dovuta allo stress. Cerchiamo di capirne di più su questo sintomo.

 

Guarda la galleria: La gastrite nervosa: sintomi, cause e cure


Tante persone soffrono di gastrite, una patologia che indica una condizione acuta o cronica di infiammazione della mucosa dello stomaco che provoca notevole disagio e abbassa la qualità di vita.

Quando ogni pasto diventa una tortura, quando le uscite conviviali con gli amici e persino la classica pizzata ci mettono in allarme, quando basta un bicchiere di vino per metterci ko, forse è arrivato il momento di correre ai ripari.

Gastrite nervosa: sintomi

Le cause della gastrite nervosa possono essere tante, dall’azione del batterio Helicobacter Pylori (la cui presenza si può facilmente scoprire con un esame del sangue) fino al classico mal di stomaco da stress. E’ quella che più precisamente definiamo gastrite nervosa, dovuta ad una somatizzazione di componenti psicologiche quali ansia, rabbia e pensieri ossessivi. “Bocconi” che non vanno giù, insomma. Quali sono i sintomi che ci possono mettere in allarme?

  • Pirosi epigastrica (bruciore alla bocca dello stomaco) che può irradiarsi alla schiena
  • Eruttazioni frequenti e gorgoglii allo stomaco (dovuti alla iper produzione di succhi gastrici che irritano le mucose)
  • Nausea
  • Vomito
  • Febbre (solo nei casi di gastrite acuta)
  • Diarrea
  • Dolore alla schiena
  • Gonfiore addominale
  • Alitosi
  • Alterazione del respiro: sintomi come asma o sensazione di mancanza d’aria

Gastrite nervosa: cura

Che fare per  trovare sollievo a questo problema così fastidioso e anti sociale? Nelle fasi acute la cura può consistere nell’assunzione di qualche antiacido blando, si tratta di farmaci da banco che troviamo facilmente e che non costano molto, ma tra i rimedi migliori vi è soprattutto un intervento a livello dell’ alimentazione.

Gastrite nervosa: farmaci

I farmaci per la gastrite nervosa possono essere di diverso tipo: gli antiacidi sono consigliati quando è anche presente una forte acidità di stomaco. Gli inibitori della pompa protonica o gastroprotettori sono consigliati in caso di reflusso e i protettori della mucosa gastrica sono adatti in caso di infiammazione della parete del tratto gastrointestinale.

Gastrite nervosa: cosa mangiare

E’ importante eliminare tutti quei cibi che possono “stuzzicare l’acquolina”, ovvero indurre la produzione di succhi gastrici. Ma allora che cosa mangiare in caso di gastrite? Tra questi tutto ciò che sia troppo speziato, troppo salato, troppo frizzante e troppo acido, ivi inclusi alcuni ortaggi e frutti come i pomodori, le fragole e la menta. Anche il cioccolato è poco indicato, così come tutte le bevande alcoliche. Il modo in cui vengono cucinati i cibi è importante: evitiamo, perciò, i fritti, le grigliate e gli arrosti succulenti, così come gli alimenti conservati sotto aceto, sotto sale o affumicati.

Durante i periodi in cui permane l’infiammazione delle mucose gastriche cerchiamo di alimentarci in modo molto leggero, scegliendo una dieta a base di cibi che ci diano sollievo come i latticini (in paticolare lo yogurt, i formaggi freschi e la ricotta), la pasta e il riso, anche integrali, la carne e il pesce magri cucinati in modo leggero, il pane leggermenete tostato e le fette biscottate (più digeribili del pane fresco), le verdure cotte, le patate e le carote lesse o in purè, la frutta non acida tra cui mele, banane, pere, pesche dolci eccetera. I pasti vanno consumati con calma e masticando lentamente. Ultimo consiglio, davvero molto importante: smettere di fumare. Niente irrita di più le mucose gastriche del fumo di sigaretta, e non è certo il solo danno che crea!

 

 

Foto| Flickr

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog