Le proprietà curative dell'agrifoglio e come sfruttarle

agrifoglio

Agrifoglio: quali saranno le sue proprietà curative e terapeutiche? E come fare a sfruttarle al meglio? L’agrifoglio è una pianta sempreverde utilizzata spesso per realizzare delle allegre decorazioni natalizie, ma in realtà questa pianta è nota anche grazie alle sue proprietà curative. Tale pianta infatti, può essere utilizzata per il trattamento di disturbi colitici, epatici, dissenterie e reumatismi, grazie alle sue proprietà sedative. L'Agrifoglio presenta inoltre anche un potere calmante, febbrifugo e stomachico (stimola la digestione), e - come avrete compreso - si rivela dunque ottimo per il trattamento di diverse patologie.

Nonostante le sue bacche contengano delle componenti tossiche dunque, in fitoterapia l’agrifoglio è talvolta impiegato in quanto capace di contrastare febbre, reumatismi, catarro. Le foglie di questa pianta verrebbero impiegate per un utilizzo interno, mediante la realizzazione di decotti o tintura contro la febbre ed i reumatismi.

Per quanto concerne invece l’utilizzo esterno, dell'agrifoglio viene impiegata la 'corteccia' (sempre sotto forma di decotto oppure di tintura vinosa), ad esempio come rimedio naturale contro la febbre.

Per realizzare un decotto di agrifoglio non dovrete far altro che prendere un recipiente con un litro di acqua fredda ed aggiungere alcuni grammi di foglie essiccate di questa pianta. A questo punto, fate bollire per una decina di minuti e fate raffreddare. Filtrate il tutto servendovi di un colino e bevete una buona tazza del vostro decotto fatto in casa. Questo rimedio si sarebbe rivelato particolarmente efficace contro la bronchite.

via | ErbeMagiche
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail