Cos’è l’ipersplenismo, le cause, la diagnosi e la cura dell’ingrossamento della milza

L’ipersplenismo è una patologia provocata da un malfunzionamento della milza. Ecco sintomi, cause e trattamenti terapeutici

ipersplenismo sintomi cure

Con il termine “ipersplenismo” si intende una patologia provocata da un malfunzionamento della milza, una patologia che provoca un’aumentata attività da parte di questo organo, con conseguenti e comprensibili danni per l’organismo. Tale patologia comporta talvolta anche un ingrossamento della stessa milza (ma ciò non avviene in tutti i casi), noto con il nome di splenomegalia.

L'ipersplenismo potrebbe essere provocato da una serie di cause, come ad esempio gli stati di anemia, malattie infettive (ad esempio la malaria e la tubercolosi) oppure da casi di leucemia mieloide cronica. Ma quali saranno i sintomi di questa malattia? E quali saranno le cure più indicate per il suo trattamento?

I sintomi legati a questa malattia possono essere praticamente nulli, oppure tale patologia potrebbe manifestarsi attraverso episodi di febbre, di leucopenia (ovvero la diminuzione dei globuli bianchi al di sotto della norma), dolorabilità nella zona addominale, pancitopenia (ovvero la riduzione di tutte le cellule presenti nel sangue) e la porpora (emorragie tessutali).

Per diagnosticare l’ipersplenismo sarà necessario innanzitutto rivolgersi al proprio medico curante, che mediante la palpazione della milza ed una serie di altri esami, saprà poi identificare al meglio i vari sintomi e stabilire quali siano le effettive condizioni di salute del paziente.

In linea generale, questa malattia viene trattata mediante l’impiego di farmaci, e in molti casi, per un trattamento davvero risolutivo, si procede con l'intervento chirurgico di asportazione della milza, ovvero la splenectomia.

via | Oltresalute, Wikipedia
Foto | da Pinterest di Jana Hartley

  • shares
  • Mail