Trapianto tessuto ovarico: ecco la prima bimba nata in Italia

Trapianto tessuto ovarico: ecco la prima bimba nata in Italia

A Torino è nata la prima bambina in Italia concepita dopo un autotrapianto di tessuto ovarico.

E’ nata in Italia, oggi 15 marzo alle 9.37, presso l’ospedale Sant’Anna di Torino, Aurora, la prima bambina concepita dopo un autotrapianto di tessuto ovarico.

Aurora sta bene e pesa 3,670 kg. 

La mamma Rosanna (29 anni) è la prima donna in Italia e una delle prime al mondo a portare a termine la gravidanza, grazie alla conservazione del proprio tessuto ovarico che era stato crioconservato prima di una chemioterapia.

Il successo è stato merito dell’equipe universitaria della clinica di ginecologia dell’ospedale S.Anna di Torino, diretta da Chiara Benedetto. 

La neomamma – come riporta Corriere –  era affetta da una forma di beta talassemia, malattia genetica congenita, per la quale a soli 21 anni era stata sottoposta a un trapianto di midollo osseo da donatore familiare con una preventiva chemioterapia massiccia

Prima della chemio, che l’avrebbe resa sterile, la paziente era stata sottoposta a chirurgia laparoscopica, nel corso della quale erano state eseguite biopsie ovariche multiple. 

Il tessuto ovarico prelevato, ricco di ovociti, era stato immediatamente congelato e crioconservato in azoto liquido per circa 8 anni; a permetterle di restare incinta è stato il tessuto poi reimpiantato nella donna una volta guarita.

LINK UTILI:

Mamma-nonna al Sant’Anna, partorisce una bambina, il padre ha 70 anni.

Donna somala uccisa dal cancro, incinta al Sant’Anna: probabile il parto oggi.

Ru486: Cota propone il blocco della somministrazione al Sant’Anna, stop dal governo.

Ru486: approvato il protocollo d’uso, la pillola abortiva al Sant’Anna dalla prossima settimana.

Suicida l’anestesista del Sant’Anna accusato di abusi sessuali sulle pazienti.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog