Grasso viscerale: quali sono i valori di riferimento e come eliminarlo

grasso viscerale

Il grasso viscerale, detto anche grasso addominale, è diverso da quello sottocutaneo e da quello intramuscolare. Esso si deposita infatti nella cavità addominale, dov'è distribuito fra gli organi interni ed il tronco, e si differenzia dagli altri due anche per la funzione e per i suoi effetti sulla salute generale. Il grasso addominale eccessivo è infatti considerato il grasso più pericoloso. Tale eccesso viene definito in medicina anche come “obesità centrale“, “obesità addominale” ed “obesità androide“. E’ proprio questo tipo di grasso la causa di malattie cardiovascolari e del diabete di tipo II, oltre che di complicazioni metaboliche come ipertensione, iperlipidemia, steatosi epatica o aterosclerosi.

Ma come fare a capire se anche noi abbiamo questo problema? Semplice: basterà tenere sotto controllo il nostro “girovita”. Si è registrato infatti che i valori-limite sarebbero 102 cm di circonferenza a livello dell'ombelico per quanto riguarda l’uomo, e 88 cm per le donne.

Eliminare il grasso viscerale fortunatamente non è eccessivamente difficile: per farlo dovrete naturalmente optare per una dieta sana ed equilibrata, e dire addio ad alcolici, cibi ipercaloci, e anche al classico cibo-spazzatura (scelta che andrebbe fatta in ogni caso). Determinante per la vostra salute sarà naturalmente anche l’attività fisica. Mezz’ora di camminata al giorno, esercizi addominali mirati per eliminare la pancetta, mezz'ora di bicicletta, ed il gioco è fatto.

Nel caso in cui il livello del vostro grasso addominale sia eccessivamente alto, consigliamo comunque di rivolgervi ad un medico specializzato, che vi darà la giusta dieta per eliminare il grasso in eccesso.

via | My-personaltrainer, dietaelinea.it

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail