Autunno, stagione ricca di bontà salutari



Enogastronomicamente parlando è un periodo intenso di belle scoperte e proposte. Tra l’estate, gli impegni quotidiani, il cambio di stagione, le diete che ricominciano in vista del Natale, i bagordi sono un lontano ricordo. Niente più strappi alle regole, l’alimentazione deve essere sana, cercando di dar preferenza a frutta e verdura, ma senza rinunciare a carboidrati, grassi e proteine. E questa stagione ci regala magnifici prodotti per variegare ed adattare i cibi alle nostre esigenze.

Le castagne sono il cult del momento, ma attenzione a quante ne mangiate, perché 100 gr contengono ben 200 calorie. Quindi non è consigliato consumarle dopo un pasto completo, meglio qualcuna a merenda, ma se proprio vogliamo soddisfare la nostra gola possiamo sostituirle ad un pasto (lesse o arrostite è uguale).

Ma questo è il periodo della frutta di ogni colore: mele, pere, uva, fichi, melograni, cachi (che garantiscono il pieno di vitamine e sali minerali), arance e mandarini, che con il loro apporto di vitamina C aiutano il nostro sistema immunitario a mantenersi in forma.

I prodotti di stagione sono sempre da preferire, perché sono quelli che danno maggiori garanzie per la salute: i prodotti agricoli fuori stagione, infatti, vengono coltivati in serra e non vivendo in un contesto naturale per stimolare la loro crescita sono sottoposti a trattamenti chimici.

L’autunno è anche la stagione dei funghi, consigliati nelle diete per il loro basso contenuto calorico (solo 20 calorie per 100 grammi di funghi freschi in quanto contengono molta acqua), per il consistente apporto di fibre (ecco spiegato il senso di sazietà dopo averli mangiati) e per l’alto contenuto proteico.

  • shares
  • Mail