Cronaca di un’influenza

Perché proprio a me? Perché proprio adesso? È questo il primo pensiero che arriva quando mi sveglio come se avessi appena concluso un incontro di sumo nottetempo, ossa a pezzi, muscoli doloranti. Gola in fiamme, termometro e naso chiuso confermano: mi ha presa, sono vittima dell’influenza.

E adesso? Decenni di esperienza sommando tutte le influenze che ho avuto, la saggezza di nonna e le amorevoli cure di mamma non aiutano. Il panico mi pervade. Il pensiero corre alla scrivania invasa di scartoffie, alla posta da smaltire, al computer.

Il computer! A caccia di trucchi sveglia-morti per resuscitare in un sol giorno vago per il web ma i rimedi naturali sembrano gli unici in grado di combattere il malanno prima di cadere nelle grinfie delle medicine. Proviamoci. Prima di tutto le famose “tre L”: lana, letto, latte. Caldo e con miele. Per essere sicura aggiungo propoli e un ponch prima di andare a dormire. Domani è un altro giorno.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: