Viaggiare in aereo: affrontare la paura di volare

paura di volareChi non ama molto viaggiare in aereo ma deve sottostare comunque alla comodità degli spostamenti per via aerea può trovare utili alcune raccomandazioni per imparare a controllare e affrontare la paura di volare. Sono suggerimenti semplici in sé ma che possono davvero aiutare chi ha serie difficoltà a salire su un aereo senza farsi prendere dal panico. Ecco quali sono.

Iniziate a volare se possibile per una breve tratta, anziché cimentarvi subito con un volo a lunga percorrenza, a meno che non possiate proprio fare a meno di lanciarvi direttamente nel viaggio più lungo. Fondamentale è l’atteggiamento positivo, comunque: visualizzate tutte le buone ragioni che avete per volare e pensate a cosa vi aspetta all’arrivo anziché al periodo del viaggio in volo.

Durante il volo cercate di non farvi risucchiare dal vortice dei cattivi pensieri. Una turbolenza può capitare e i velivoli sono costruiti per resistervi tranquillamente. Qualche inconveniente in volo può sempre capitare e negarlo non vi aiuterà a stare più tranquilli, ma affrontare la possibilità di un lieve sussulto con la consapevolezza che si tratta solo di piccole turbolenze aiuta a mantenere sotto controllo la situazione.

Distraetevi più che potete: guardate un film se previsto sul volo, ascoltate il vostro iPod, chiacchierate con un compagno di viaggio, leggete un libro o una rivista. Se non trovate sollievo in una distrazione, rilassatevi sedendovi con la schiena eretta e la testa appoggiata al sedile e inspirate ed espirate lentamente.

Il personale di bordo è perfettamente in grado di affrontare le emergenze panico dei passeggeri quindi non esitate a chiedere aiuto se vi sentite incapaci di farvi fronte. Un assistente di volo seduto vicino a voi potrà tranquillizzarvi spiegandovi con competenza a cosa siano dovuti tutti quei rumorini che vi inquietano.

Prima di partire evitate di mangiare troppo appesantendovi ma non mancate di idratarvi bene. Uno spuntino è favorevole ma una cena completa potrebbe farvi stare peggio. Riposate, se potete, prima di imbarcarvi, anche se non riuscite a prendere sonno ciò che conta è rilassarsi.

Può aiutarvi anche una precisa pianificazione del viaggio che da quando uscite di casa a quando ci ritornerete preveda molti step da pianificare e organizzare. In questo modo il trasferimento aereo sarà solo una delle tappe di cui tener conto e la sua importanza sarà ridimensionata.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail