Influenza A: si riparla dei rischi del vaccino

Influenza A: si riparla dei rischi del vaccino

Stando alle comunicazioni ufficiali la pandemia da influenza A pare che abbia ormai passato il picco e sia in fase calante. Le catastrofiche previsioni dell’OMS, che hanno alimentato una campagna mediatica senza precedenti, si sono rivelate errate ma hanno consentito alle case farmaceutiche di intascare decine di miliardi di dollari con la vendita dei vaccini […]

Stando alle comunicazioni ufficiali la pandemia da influenza A pare che abbia ormai passato il picco e sia in fase calante.

Le catastrofiche previsioni dell’OMS, che hanno alimentato una campagna mediatica senza precedenti, si sono rivelate errate ma hanno consentito alle case farmaceutiche di intascare decine di miliardi di dollari con la vendita dei vaccini ai vari governi.

Anche la politica, a parte poche eccezioni, ha sostenuto gli interessi di Big Pharma promuovendo campagne vaccinali ad ampio raggio, nonostante le preoccupazioni sui possibili gravi effetti collaterali espresse da numerosi medici ed esperti.

Abbiamo visto in un precedente post come anche l’associazione dei pediatri italiani abbia contestato al ministro della salute l’effettiva necessità di vaccinare bambini sani.

Intanto filtrano, soprattutto attraverso la Rete, le prime notizie su decessi, gravi danni neurologici e aborti causati dal vaccino.

La dottoressa Teresa Forcades i Vila

Tra i medici che avevano espresso perplessità e messo in guardia contro i rischi del vaccino ricordiamo in particolare la dottoressa spagnola Teresa Forcades i Vila che a settembre aveva rilasciato una chiara ed esaustiva intervista sull’argomento nella quale spiegava la riflessione che l’ha spinta a chiedere al suo governo di non rendere obbligatorio il vaccino e di responsabilizzare, penalmente e civilmente, le case farmaceutiche per i danni derivanti dall’uso dei loro prodotti.

La sua denuncia e le sue proposte sono contenute in un dossier che è stato recentemente tradotto in italiano. Leggetelo qui.

@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all’autore

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog