A rischio di estinzione

A rischio di estinzione

Più di un terzo della flora e della fauna del mondo è a rischio di estinzione. Su un totale di 47.677 specie incluse nella lista dell’Unione internazionale per la conservazione della natura (Iucn), 17.291, il 36%, sarebbero minacciate. Mentre gli anfibi sono gli animali più a rischio, tra le piante sono il 70% le specie […]

Più di un terzo della flora e della fauna del mondo è a rischio di estinzione. Su un totale di 47.677 specie incluse nella lista dell’Unione internazionale per la conservazione della natura (Iucn), 17.291, il 36%, sarebbero minacciate.

Mentre gli anfibi sono gli animali più a rischio, tra le piante sono il 70% le specie minacciate di estinzione. L’ultimo aggiornamento della ‘Lista rossa’ delle specie dell’Iucn, reso noto a Gland, in Svizzera, non risparmia nessuno: dai mammiferi ai rettili, anfibi, pesci e piante.

I risultati – afferma l’IUCN (International Union for Conservation of Nature) – rivelano che su 875 specie, il 2%, risulta estinto o estinto allo stato selvaggio in natura, mentre il 21% dei mammiferi, il 30% degli anfibi, il 12% degli uccelli, il 28% dei rettili, il 37% dei pesci di acqua dolce, il 70% delle piante, il 35% degli invertebrati sono minacciati. Vediamo ora in dettaglio la situazione per ciascuna classe.

ANFIBI: secondo l’IUCN, delle 6.285 specie di anfibi nel mondo 1.895 sono in pericolo di estinzione, un numero che rende gli anfibi la classe più a rischio. Mentre 39 sono le specie già estinte o estinte allo stato selvaggio in natura, 484 sono le specie gravemente minacciate, 754 sono in pericolo e 657 sono vulnerabili. Alle specie estinte si è aggiunta, con l’ultima lista, il rospo del Kihansi, originario delle cascate Kihansi in Tanzania, estinto probabilmente a causa di un fungo.

MAMMIFERI: delle 5.490 specie di mammiferi, 79 sono estinte o estinte allo stato selvaggio in natura, 188 sono gravemente minacciate, 449 sono in pericolo e 505 sono vulnerabili. Tra la categoria delle specie ‘in pericolo’ entra quest’anno il Voalavo antsahabensis, un roditore originario del Madagascar. Anche le tigri sono in pericolo. Secondo il Wwf sono 3.200 in tutto le tigri rimaste allo stato brado che vivono tra la Russia orientale, l’India e l’Indonesia. Con una riduzione del 40% negli ultimi 10 anni, le tigri sono tra i mammiferi più minacciati, ha avvertito l’associazione ambientalista e per salvaguardarle è necessario “proteggere l’ambiente dove vivono”, si legge in una nota. “Le tigri – ha dichiarato Amanda Nickson, direttore del ‘Wwf International Species Programme’ – sono il simbolo di ciò che sta accadendo a molte specie di animali nel mondo e dimostrano l’urgente bisogno di iniziative politiche e di finanziamenti per arginare questa situazione”. Secondo Jane Smart, responsabile del Gruppo dell’Iucn per la conservazione della biodiversità, le prove sulla gravità della crisi dell’estinzione si accumulano: “in gennaio avrà inizio l’Anno internazionale della biodiversità. Secondo le ultime analisi dell’Iucn sarà impossibile arginare la perdita di biodiversità nel 2010 come prevedeva il nostro obiettivo”

RETTILI: la lista dell’IUCN comprende 1.677 rettili, di cui 293 aggiunti quest’anno. In totale, 22 sono le specie estinte o estinte in natura e 469 sono minacciate di estinzione.

INVERTEBRATI: ci sono 7.615 specie nella ‘Lista rossa’ 2009, 2.639 delle quali sono minacciate di estinzione. Mentre di 1.989 specie di libellule, 261 sono minacciate.

MOLLUSCHI: su 2.306 specie, 1.036 sono minacciate.

PESCI DI ACQUA DOLCE: sono 3.120 le specie considerate, di cui 1.147 quelle minacciate di estinzione.

Fonte: ANSA

@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all’autore

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog