Lasciate che si ammalino, qualcuno ci guadagnerà. Le accuse al governo di Donato Greco

Lasciate che si ammalino, qualcuno ci guadagnerà. Le accuse al governo di Donato Greco

Il settimanale L’Espresso pubblica in anteprima le dichiarazioni rilasciate in un intervista a Epidemiologia & Prevenzione da Donato Greco, di recente rimosso dal ruolo di direttore del Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie del ministero della Salute. L’ex funzionario, sostuito dal governo con Fabrizio Oleari, muove precise critiche alle nuove politiche dell’esecutivo: […]

Il settimanale L’Espresso pubblica in anteprima le dichiarazioni rilasciate in un intervista a Epidemiologia & Prevenzione da Donato Greco, di recente rimosso dal ruolo di direttore del Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie del ministero della Salute.

L’ex funzionario, sostuito dal governo con Fabrizio Oleari, muove precise critiche alle nuove politiche dell’esecutivo:

“…L’obiettivo per cui il Centro ha sempre lavorato è stata l’estensione, su tutto il territorio nazionale, di misure di prevenzione primaria. Oggi invece (…) più che prevenire l’insorgenza stessa della malattia, la nuova filosofia sarebbe quella di ampliare al massimo la popolazione che ha accesso alla diagnosi precoce, per intervenire il prima possibile, ma solo quando il paziente è già malato (…) Basta vedere come sono stati organizzati i comitati consultivi del ministero: c’è una presenza determinante dei poteri forti (industrie farmaceutiche, aziende biotecnologiche, cliniche private) mentre c’è pochissimo spazio per i rappresentanti della sanità pubblica e delle Regioni. Credo che il diritto alla salute oggi sia a rischio.”

Secondo Greco il governo ha tolto la prevenzione dalla sua agenda. E le lobby trionfano.

@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all’autore

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog