E il cromo dagli alimenti?

E il cromo dagli alimenti?

Nei precedenti post abbiamo trattato le importanti proprietà dei supplementi a base di cromo. Ma, come anche giustamente un lettore ci chiedeva, da quali cibi è possibile reperire questo microelemento in forma assimilabile? Le fonti alimentari di cromo sono varie: fegato, pane integrale, funghi, pesce, formaggi, lievito di birra, manzo, uova, ostriche ecc. Il problema è […]

Nei precedenti post abbiamo trattato le importanti proprietà dei supplementi a base di cromo. Ma, come anche giustamente un lettore ci chiedeva, da quali cibi è possibile reperire questo microelemento in forma assimilabile?

Le fonti alimentari di cromo sono varie: fegato, pane integrale, funghi, pesce, formaggi, lievito di birramanzo, uova, ostriche ecc.

Il problema è che i LARN (livelli di assunzione giornaliera raccomandati di nutrienti) non sono stati ancora stabiliti e si parla genericamente solo di valori di sicurezza.

Inoltre, come spiegato in questa pagina web, il cromo alimentare è sia difficile da misurare, sia scarsamente biodisponibile, cioè non può essere completamente utilizzato dall’organismo.

Una valida alternativa fisiologica, in caso di aumentato fabbisogno o necessità, può essere, come abbiamo visto, il cromo polinicotinato.

@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all’autore

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog