Orecchie tappate da catarro? I rimedi naturali più efficaci


Le orecchie tappate indicano la presenza di catarro. Questo disturbo non è solo tipico dei bambini, ma si manifesta con una certa frequenza anche negli adulti. Si definisce catarro tubarico e identifica un accumulo di muco all’interno dei condotti auricolari. Quali sono le conseguenze? Ovviamente non solo una perdita momentanea di udito, ma può provocare infiammazioni e infezioni, quali otiti di diversa intensità.

Esistono diversi rimedi naturali per curare l’orecchio. Il consiglio è comunque quello di rivolgervi sempre a un medico. È più saggio evitare le diagnosi fai da te e avere la sicurezza di intraprendere la terapia più giusta, non solo per curare il reale problema velocemente, ma anche per evitare che il dolore possa peggiorare. Se preferite i rimedi naturali, recatevi in erboristeria. Ci sono tante piante utilizzate per la cura delle infiammazioni.

Contro il dolore all’orecchio, la Pulsatilla è un ottimo aiuto, soprattutto se avete un’otite esterna, mentre la Belladonna è specifica per l’otite acuta. Potete ovviamente prendere questi prodotti già in gocce o fare degli impacchi caldi, sull’orecchio colpito. In presenza di tappi di cerume, è bene usare delle gocce emollienti una volta la settimana. È utile per tenere le orecchie pulite. Attenzione però perché c’è in corso l’infezione è meglio seguire questa strada.

Non è opportuno neanche tappare il naso e soffiare, perché potreste stressare troppo la tuba. Sì invece a bere molto. Deglutire, infatti, aiuta lo svuotamento delle tube di Eustachio, accelerando i tempi di guarigione dall'otite. Infine, non utilizzate i bastoncini di cotone, perché tendono a spingere il cerume verso il condotto uditivo.

Via| Inerboristeria; My Personal Trainer
Foto| Flickr

  • shares
  • Mail