La sindrome di Asperger non è la causa della strage di bambini nella scuola americana

Strage di bambini in Connecticut

La sindrome di Asperger non è alla base della strage di bambini di una scuola del Connecticut che ha scosso il mondo in queste ultime ore. Un uomo, armato di pistola, dopo aver ucciso a casa la madre, che lavorava come insegnante in quell'istituto, ha fatto irruzione nell'edificio, uccidendo almeno una ventina di bambini.

Una nuova strage di bambini che ha scosso il mondo intero e che deve far riflettere sull'utilizzo delle armi in America. In queste ore molte cose sono state dette sull'omicida, che ha compiuto questo atto assurdo, senza senso, terrificante. Molti errori sono stati pronunciati, come l'accostamento della strage alla Sindrome di Asperger: un comunicato stampa ufficiale del Gruppo Mondo di Asperger ha duramente criticato chi trova in tale disturbo la causa di questa immensa tragedia.

Un comunicato stampa ufficiale del Gruppo Mondo di Asperger vuole portare chiarezza, sottolineando come in questa strage di bambini sono state molte le informazioni non corrette che sono state date, in particolare sull'autismo, disturbo di cui forse era affetto l'omicida. C'è chi ha attribuito il suo gesto proprio alla sua patologia.

Niente di più errato, come sottolineato in questo messaggio:

Si tenta di attribuire all’Autismo/Asperger la responsabilità di un gesto mostruoso. Quello che è stato scritto e che ancora viene scritto in queste ore, in questi minuti rasenta la diffamazione. Mi duole che non esistano avvocati specializzati nella tutela delle persone autistiche! Trovo drammatico cancellare con il colpo di spugna dell’ignoranza e della “caccia all’untore” anni di impegno nel difficile intento di divulgazione di informazioni corrette sull’autismo. Vi sono diritti umani basilari rifiutati agli autistici, Paesi che non concedono visti permanenti, emarginazione dal mondo del lavoro, abusi domestici e scolastici continui. Noi e i nostri figli paghiamo sulle nostre vite il prezzo di questa disinformazione.

Il comunicato sottolinea come al dramma delle famiglie delle 27 vittime di questa strage, vittime che sono soprattutto bambini, si aggiunga anche quello delle famiglie che vivono ogni giorno l'autismo sulla loro pelle.

Collegare il fatto che l'omicida fosse affetto da autismo al suo gesto non è ammissibile secondo l'associazione, anche perché si rischia di trasmettere un messaggio sbagliato, ovvero che la sindrome di Asperger può portare alla psicopatia e alla violenza. Un'associazione errata che ha portato all'indignazione l'associazione che ogni giorno si occupa di spiegare cos'è l'autismo:

L’Asperger non fa fare stragi nella stessa misura in cui l'essere prete non fa abusare sessualmente dei bambini o essere tedesco non ti fa essere necessariamente nazista. Il messaggio dei media è devastante. Chi non conosce l'autismo si fa un idea deviata.

Un'idea sbagliata da sfatare!

Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail