Il tumore all'ovaio migliora con un farmaco antidiabete


Il tumore alle ovaio è una malattia tremenda e spesso non lascia scampo. C’è però una bella notizia: un farmaco, utilizzato per il trattamento del diabete, sembra migliorare le probabilità di sopravvivenza rallentando la crescita del tumore e soprattutto aiutando il corpo a difendersi. Si tratta di un medicinale di uso comune e potrebbe davvero rivoluzionare il futuro di moltissimi malati. A sostenere questa tesi è uno studio condotto dagli esperti della Mayo Clinic di Rochester (Minnesota).

I ricercatori hanno curato 239 donne. Coincidenza ha voluto che 61 signore erano anche affette da diabete e stavano seguendo una cura di metformina. Ricordiamo che il tumore ovarico è un cancro molto aggressivo, si tratta della malignità ginecologica più letale: circa il 50 percento delle pazienti non riesce a vivere più di 5 anni. Questo perché spesso viene diagnosticato troppo tardi. Dallo studio è emerso che il 67% che ha assunto metformina ha aumentato le sue aspettative di vita oltre i 5 anni.

Secondo gli esperti, questo farmaco potrebbe essere inserito nella terapia di routine. Ora si sta studiando se questo medicinale ha effetti benefici anche per altre patologie, come il cancro al seno. I ricercatori della University of California di Los Angeles (Usa) hanno già dimostrato che le donne di mezza età che hanno assunto metformina, corrono un rischio minore del 25% di sviluppare questo tipo di neoplasia.

A queste ottime notizie, si aggiunge anche uno studio danese che ha verificato che l'uso regolare di farmaci analgesici come l'aspirina può ridurre il rischio tumore alle ovaie alla donna, mentre l’uso di antinfiammatori non aspirinici e non steroidei (FANS non aspirinici), il paracetamolo (acetaminofene) o altri analgesici non fanno diminuire il rischio di cancro alle ovaie.

Foto| Flickr

Via| IlSole24Ore

  • shares
  • Mail