Cellulari e rischio di tumore al cervello, arriva una conferma

Allarme cellulari in arrivo dalla Svezia, dove i due ricercatori Lennart Hardell e Kjell Hansson Mild hanno scoperto che utilizzare il telefonino (ma anche il cordless) per più di 10 anni aumenta il rischio di sviluppare due tumori, il glioma e il neuroma acustico, nel lato del cervello dove si tiene l'apparecchio. Il tutto contrariamente alle ultime ricerche, che smentivano un nesso fra telefoni mobili e cancro.

Secondo gli studiosi, con un’esposizione di 2000 ore (1 ora al giorno per 10 anni) il rischio aumenterebbe del 20% in caso di neuroma acustico – forma tumorale benigna che può portare alla sordità - , ben del 30% in caso di glioma - tumore delle cellule che proteggono quelle nervose-.

L’uso del cellulare andrebbe quindi scoraggiato, in particolare nei bambini, più vulnerabili ma anche più attratti dall’infernale aggeggio; quando si ha la necessità di telefonare, bisognerebbe privilegiare il vivavoce e il telefono fisso, limitando comunque i tempi di chiamata.

Via | Corriere

  • shares
  • Mail