I vegetariani sono maggiormente esposti al rischio di disturbi alimentari

vegetariani e rischio alimentareSecondo quando riportato da uno studio della John's University del Minnesota, che ha preso in analisi un campione di 2516 giovani tra i 15 e i 23 anni, i vegetariani sarebbero più esposti al rischio di disturbi alimentari rispetto a chi mangia regolarmente carne.

Lo studio, pubblicato sul giornale dell'American Dietetic Association asserisce che, sebbene la dieta vegetariana sia salutare - a volte più salutare rispetto a quella di chi consuma regolarmente carne - , è la ragione della scelta che induce a pensare alla possibilità di sviluppare disordini, quali l'anoressia e la bulimia, soprattutto nei giovani.

Tra i 18 e i 23 anni i vegetariani hanno una massa corporea inferiore, in media, rispetto a quella dei coetanei che mangiano carne, e si mostrano riluttanti ad un aumento di peso. Queste le cause secondo cui un vegetariano potrebbe avere problemi alimentari. Voi, cosa ne pensate? Credete che una scelta alimentare - o ideale - possa davvero influire così tanto su disturbi come l'anoressia o la bulimia?

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: