Scopri gli alimenti con l’indice glicemico basso

Scopri gli alimenti con l’indice glicemico basso

Quali sono gli alimenti con l'indice glicemico basso: verdure a foglia verde, frutta poco matura, legumi, spezie.

L’indice glicemico (IG) è un indicatore della velocità con cui la glicemia sale dopo l’assunzione di carboidrati, tenendo come riferimento massimo il valore che si registra quando si assume glucosio puro: è molto importante scegliere gli alimenti con l’indice glicemico basso quando si segue una dieta per perdere qualche chilo o si è degli sportivi coscienziosi che passano molto tempo ad allenarsi, perché gli alimenti con l’indice glicemico basso sono tendenzialmente i migliori a livello di apporto proteico e di fibre.Inoltre, scegliere gli alimenti a basso indice glicemico aiuta ad alzare il livello del colesterolo HDL (detto colesterolo buono), diminuendo il rischio di malattie cardiovascolari. Va però precisato che l’IG dipende molto anche dal metodo di cottura del cibo prescelto, dalla quantità che se ne consuma e in che modo, e che ogni persona ha una propria risposta all’esame della glicemia: in questo caso va specificato che

per non ingrassare e tenere sotto controllo glicemia ed appetito la quantità di ciò che si mangia è dunque più importante dell’indice glicemico del singolo alimento. Escludere dalla propria dieta alcuni cibi solo perché hanno un indice glicemico elevato non ha alcun senso, basta, semplicemente, avere un rapporto equilibrato con il cibo evitando gli eccessi.

Tra gli alimenti con l’IG più basso, si trovano generalmente le spezie, sempre preziose in cucina per insaporire e tagliare il quantitativo di sale; verdure a foglia verde come spinaci, bietole, cavoli, broccoli e insalata, che hanno il pregio di apportare vitamine e fibre utili all’organismo; frutta secca come mandorle, noci, arachidi e anacardi, favolosi snack carichi di proteine. Ottimi anche i legumi, che hanno un indice glicemico basso e possono addirittura sostituire la carne se si compie la scelta vegetariana. La frutta fresca, che può registrare IG diversi a seconda del grado di maturazione e se consumata con la buccia o meno, si mantiene nella lista dei cibi con IG basso.

In generale, ci sono molti parametri da seguire quando si parla di indice glicemico: la lista che vi abbiamo fornito è molto approssimativa per il semplice motivo che per molti alimenti l’Ig dipende dal grado di maturazione (per la frutta, ad esempio, l’IG aumenta quando è molto matura, perché più zuccherina), dalla varietà (tipologie di mele diverse hanno IG differenti), la temperatura ed il tempo di cottura (più si cuoce un cibo a lungo, più aumenta l’IG) e, come anticipato, la quantità che se ne consuma.

Via | Mypersonaltrainer 

Foto | Flickr

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog