Contro la sudorazione abbondante in arrivo una graffetta in titanio che risolve il problema

sudorazione abbondante

La sudorazione abbondante è un fastidio che colpisce indistintamente donne e uomini, di diverse età. Un problema non tanto grave dal punto di vista della salute, ma decisamente sgradevole per la nostra vita sociale. Come fare per rimediare definitivamente e in maniera veloce ad un problema tanto fastidioso quando evidente? Dalla medicina ci arriva la risposta!

Contro la sudorazione abbondante arriva la scoperta di un team di medici, che ha ideato un rimedio chirurgico contro l'iperidrosi: si tratta, in pratica, di immettere sotto pelle una graffetta di titanio, che riesce a ridurre l'attività del nervo simpatico, nervo che si occupa proprio di regolare la sudorazione del nostro corpo.

Una tecnica chirurgica che potrà risolvere i tanti problemi di tutti coloro che ogni giorno soffrono di sudorazione eccessiva, sia quando sono sotto sforzo e affaticati, sia quando sono in stato di riposo, con temperature calde o piacevoli.

La nuova tecnica chirurgica è stata presentata ufficialmente dal professor Pierluigi Granone che ricopre il ruolo di Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Chirurgia toracica presso il Policlinico universitario Gemelli di Roma.

Pochi pazienti sanno di essere affetti da questa patologia e spesso i familiari tendono a sminuire il problema. La chirurgia è l'unico trattamento definitivo.

Queste le parole del professore, che ha anche specificato che al momento la tecnica è stata applicata con successo su una quarantina di pazienti, che hanno deciso di sottoporsi a questo intervento per poter dire addio per sempre alla sudorazione abbondante. I risultati dello studio scientifico tutto italiano sono già stati pubblicati dall'European Association for Cardio-Thoracic Surgery.

Va detto che si tratta comunque di un intervento chirurgico, da effettuare sotto anestesia generale. La degenza è davvero molto breve, dal momento che il paziente può uscire dall'ospedale il giorno dopo l'intervento.

Foto | Getty Images

Via | Vita di donna

  • shares
  • Mail