Chi conosce il significato del termine biodisponibilità?

Chi conosce il significato del termine biodisponibilità?

Chi non conosce il significato di "biodisponibilità", termine utilizzato di frequente da naturopati, nutrizionisti, medici in convegni e trattati, non può perdersi la definzione offerta da Luigi Gallo nel prezioso glossario di Protonutrizione dove leggiamo: La biodisponibilità è un termine che indica, rispetto alla quantità di un nutriente assimilato, la percentuale che viene effettivamente assorbita […]

Chi non conosce il significato di "biodisponibilità", termine utilizzato di frequente da naturopati, nutrizionisti, medici in convegni e trattati, non può perdersi la definzione offerta da Luigi Gallo nel prezioso glossario di Protonutrizione dove leggiamo:

La biodisponibilità è un termine che indica, rispetto alla quantità di un nutriente assimilato, la percentuale che viene effettivamente assorbita dall’organismo ed è quindi la misura con cui è disponibile per esercitare la sua attività fisiologica.

Ci sono diversi fattori che influenzano la biodisponibilità:

    * il pH dello stomaco;

    * la motilità del tratto digerente;

    * le trasformazioni biochimiche che si verificano all’interno e sulla parete del tubo digerente;

    * la flora batterica;

    * gli enzimi digestivi;

    * la metabolizzazione epatica.

Su Protonutrizione troverete il significato di termini come "aceto", "mercurio", "sindrome metabolica","sostenibilità".

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog