Il potere della calvizie

Chiedetelo a qualunque uomo: se è sincero fino in fondo vi dirà che uno dei crucci estetici che più lo stressa è la calvizie incipiente o il timore della calvizie stessa. È proprio in queste risposte che risiede ciò che gli studi scientifici si vantano di aver scoperto e che invece è cosa nota a tutti (almeno a quelli disposti ad ammetterlo): la calvizie può diventare un problema serio.

Certo l’impatto estetico può avere la sua importanza, ma parlando di problema ci si riferisce più che altro all’impatto psicologico che può avere nei più disparati ambiti della vita, dal lavoro alle relazioni sociali, incidendo pesantemente sull’autostima di chi ne è colpito (e sono in tanti, tantissimi).

Che vi si ponga rimedio, con trattamenti anticalvizie preventivi o tardivi, il livello a cui bisogna lavorare per ovviare ai disagi che ne possono seguire è quello psicologico. Un po’ più di sicurezza (facile a dirsi, vero?) e qualche accorgimento salutare come smettere di fumare, evitare trattamenti troppo aggressivi che indeboliscono il cuoio capelluto (come le tinture) e mangiare sano non eviteranno la caduta dei capelli, ma limiteranno i danni (o i rischi).

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail