Coronavirus: trapiantati i polmoni a un 18enne a Milano

Coronavirus: trapiantati i polmoni a un 18enne a Milano

Sono stati trapiantati i polmoni a un 18enne a Milano affetto da Coronavirus che aveva riportato gravissime conseguenze.

Un ragazzo di 18 anni, malato di Coronavirus, ha subito un delicato trapianto di polmoni. Un intervento che è stato reso necessario dalle condizioni gravissime in cui versava il ragazzo sin dai primi giorni dopo il ricovero. L’operazione è stata eseguita dai medici del Policlinico di Milano, sotto il coordinamento del Centro nazionale trapianti, con il Centro regionale trapianti e il Nord Italia transplant program.

Il giovane paziente si chiama Francesco e ha avuto i primi sintomi da Covid-19 lo scorso 2 marzo con febbre e spossatezza, il 6 marzo viene ricoverato in terapia intensiva all’Ospedale San Raffaele di Milano. Le sue condizioni continuano a peggiorare e l’8 marzo viene intubato, il 23 marzo viene collegato alla macchina Ecmo per la circolazione extracorporea. Il Covid-19 gli ha letteralmente bruciato i polmoni e nonostante le cure e gli sforzi, i danni erano gravi e permanenti.

A metà aprile i medici provano a regalargli dei nuovi polmoni, si coordinano con il Centro nazionale trapianti e provano questa nuova strada per sconfiggere il coronavirus. I dottori fanno tutti gli esami necessari, si coordinano tra loro e il 30 aprile mettono Francesco nella lista d’attesa urgente per i polmoni.

Per fortuna i polmoni nuovi arrivano presto e due settimane fa Francesco è stato sottoposto al trapianto. I polmoni sono stati donati da una persona morta in un’altra Regione che, per fortuna, era negativa al Coronavirus. Auguriamo a questo ragazzo di riprendersi, guarire e di tornare presto alla sua vita.

Storie come quella di Francesco ci dimostrano, ancora una volta, che bisogna essere prudenti e non sottovalutare il rischio dell’infezione da Covid-19.

Foto | Pixabay
Via | Ansa

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog

Raffaele Morelli: donne, se gli uomini non vi guardano preoccupatevi