Foshu: ovvero gli alimenti funzionali

alimenti funzionali

Il termine foshu è l'acronimo giapponese per Foods for specified health use. Nel resto dell'Europa si parla, invece, di functional o health foods, cioè di cibi funzionali. Questa tipologia di alimenti ha le sue origini in terra nipponica, dove costituisce da decenni una categoria ben distinta di prodotti alimentari, diversi dai semplici integratori dietetici e vitaminici.

Ma quali sono esattamente i cibi Foshu? Si distinguon, in realtà, in cinque categorie: alimenti che migliorano il sistema immunitario; alimenti che controllano o prevengono patologie cardiache o diabetiche; alimenti che riducono il colesterolo; alimenti che aiutano la digestione ed alimenti che aiutano a ridurre l'invecchiamento. Sono comunque cibi presenti nella dieta quotidiana, ma che contengono notevoli quantità di sostanze salutistiche, come isoflavoni, vitageni, fito-stimoline, che ionfluenzano in maniera positiva il nostro benessere fisico. Possono essere sia alimenti considerati Foshu in partenza, sia diventare alimenti funzionali in seguito all'aggiunta di un componente o all'eliminazione di un elemento.

Possono essere destinati all'intera popolazione o a categorie ben precise: ad esempio la vitamina A, che aiuta a mantenere la visione al buio e l'integrità di pelle e mucose; l'acido folico, consigliato alle donne incinta, perchè contribuisce alla normale crescita del feto; o il calcio, indicato in anziani e bambini, per il suo contributo nello sviluppo del tessuto osseo.

Come già precisato, in Giappone, questo tipo di alimentazione può ormai essere considerato parte di una vera e propria cultura, mentre in Europa, non esiste ancora una precisa legislazione che chiarisca quali alimenti possano essere considerati funzionali e con quali effetti benefici sull'organismo. Ci si chiede a questo punto: riusciremo un giorno ad alzarci da tavola e autoconvincerci che ciò che abbiamo ingerito possa davvero contribuire in maniera positiva sul nostro benessere fisico?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail