I 7 chakra: nomi e significato

Alla scoperta dei chakra, utili per preservare la salute mentale e fisica di ognuno di noi.

I 7 chakra nomi e significato Chi pratica yoga, ma anche chi non sia avvezzo a tale disciplina orientale, li avrà sicuramente sentiti nominare: cosa sono i chakra e qual è il loro significato? Iniziamo col dire che con il termine chakra si intendono i nodi energetici di un individuo. Ogni punto ha un nome ed anche un significato, nonché un colore collegato. Già, perché i colori esercitano un'azione benefica sull'ipotalamo, per i principi dettati dalla cromoterapia. I colori dell’arcobaleno, infatti, sono diffusamente reperibili in natura in ogni più svariato ambito della nostra vita, dal cibo al vestiario. Questi, anche secondo le filosofie orientali, aiuterebbero l’energia a fluire armonicamente. Ecco tutto quello che c'è da sapere a riguardo.


I nomi dei 7 chakra



  1. Muladhara, il chakra della radice (colore rosso)

  2. Svdhisthana, il chakra sacrale (colore arancione)

  3. Manipura, il chakra del plesso solare (colore giallo)

  4. Anahata, il chakra del cuore (colore verde)

  5. Vishuddha, il chakra della gola (colore azzurro)

  6. Ajna, il chakra del terzo occhio (colore indaco)

  7. Sahasrara, il chakra della corona (colore viola)



Significato dei 7 chakra



  • Il chakra della radice è posto ai nostri piedi e ci dà radicamento (alla vita così come in noi stessi). Quando è bloccato avvertiamo una carenza di energia vitale, scarsa gioia di vivere, paura del futuro, disturbi intestinali, stitichezza, diarrea, emorroidi, dolori sacrali, alle gambe e ai piedi, stress.

  • Il chakra sacrale è associato alla spontaneità, al piacere fisico ed emotivo ed alla sessualità. Quando è bloccato, le conseguenze si ripercuotono sulla sfera emotiva, perdiamo il controllo delle emozioni e ci lasciamo trascinare da istinto e rabbia.

  • Il chakra del plesso solare ci aiuta ad elaborare gli avvenimenti della nostra vita. Quando è bloccato si sviluppano in noi indifferenza, insicurezza, avidità ed ambizione, accessi di collera, ira, nonché dolori nel tratto lombare della colonna vertebrale, disturbi all'apparato digerente e allo stomaco.

  • Il chakra del cuore riunisce al suo interno tutta l’energia del nostro essere, è l’amore incondizionato. Quando è bloccato riscontriamo difficoltà nell'instaurare rapporti umani, sviluppiamo  insensibilità, soffriamo la solitudine e siamo afflitti da problemi relazionali. Sul punto di vista fisico, invece, avvertiamo dolori alla colonna vertebrale e reumatismi agli arti.

  • Il chakra della gola è associato alla comunicazione e all'espressione. Quando è bloccato avvertiamo difficoltà ad esprimere i nostri pensieri ed i nostri sentimenti attraverso le parole.  Soffriamo di timidezza ma anche di mal di gola, mal di denti e di cervicali.

  • Il chakra del terzo occhio si associa alla nostra capacità di intuire e comprendere. Quando è bloccato può portare a difficoltà nel concentrarsi e nell'apprendere, tendenza a rimuginare, mal di testa, mal di orecchie e raffreddore.

  • Il chakra della corona è il centro della spiritualità. Quando è bloccato provoca attaccamento alle cose materiali, sensazione di impotenza, apatia, stanchezza mentale, insoddisfazione, disturbi del sonno, emicrania.


Photo | Pixabay

  • shares
  • Mail