Crescere con l’autismo: il documentario fotografico di Fabio Moscatelli

Un viaggio di oltre sei anni insieme a Gioele, un ragazzo autistico che sta per entrare nel mondo degli adulti.

fotografie

Gioele – un viaggio nel blu: è questo il titolo del documentario fotografico dedicato a un ragazzo autistico che sta per compiere 18 anni, il giovane Gioele. Il progetto, ad opera del fotografo romano Fabio Moscatelli, mostra il passaggio dall’infanzia all’adolescenza di un ragazzo che, agli occhi della legge italiana, smetterà di essere autistico nello stesso momento in cui spegnerà le sue 18 candeline.


 











Visualizza questo post su Instagram























 

Un post condiviso da fabio moscatelli (@fabio74.moscatelli) in data:



Quel giorno infatti Gioele compirà 18 anni. Per lo Stato italiano non sarà più autistico. Subentrerà una diversa diagnosi e noi inizieremo a raccontare un'altra storia,

racconta Moscatelli, spiegando che per la Legge italiana, compiuti i 18 anni, un ragazzo autistico viene considerato un “paziente psichiatrico”, perdendo così le garanzie di cura specifica. Il documentario ci mostra un Gioele che ama cambiarsi le scarpe, ama l’acqua, dare da mangiare ai suoi giocattoli di plastica e adora i cavalli.

Il progetto “Gioele – un viaggio nel blu” testimonia proprio la crescita di Gioele, che è passato dall'età infantile fino all'adolescenza. Il tutto è documentato dal fotografo romano Moscatelli, specializzato nella realizzazione di reportage a carattere sociale:

Ho conosciuto Gioele quando aveva 10 anni, ora si avvicina ai 18. Per mia figlia ormai è come un fratello maggiore. La sua straordinaria normalità è riuscita a rendermi un uomo migliore.


 











Visualizza questo post su Instagram























 

Un post condiviso da fabio moscatelli (@fabio74.moscatelli) in data:



Grazie a questo importante progetto ha preso vita un primo libro dal titolo “Gioele, Quaderno del Tempo Libero”, e una mostra fotografica, dei progetti che ci mostrano le varie tappe della vita di Gioele, dal rapporto col corpo che cambia ai problemi di socializzazione, dovuti anche alla mancanza di strutture di aggregazione.


 











Visualizza questo post su Instagram























 

Un post condiviso da fabio moscatelli (@fabio74.moscatelli) in data:


via | Tg24.sky.it
Foto di congerdesign da Pixabay

  • shares
  • Mail