Coronavirus o influenza? I test rapidi che fugano ogni dubbio di 90 minuti

Coronavirus o influenza? In Gran Bretagna arrivano i test rapidi che in 90 minuti confermano se c'è l'infezione da Covid-19 oppure no.

test rapidi coronavirus

Coronavirus o influenza? Quante volte ci siamo preoccupati per un semplice raffreddore che somigliava ai sintomi iniziali del Covid-19? Nei mesi scorsi quando l’influenza stagionale coincideva con il picco massimo della pandemia in Italia, moltissime persone hanno avuto paura di aver contratto il virus. Per scongiurare ogni rischio e tranquillizzare le persone, in Gran Bretagna è stato creato un test che in 90 minuti ci dice se si è affetti dall'infezione da SarsCoV2 o se si tratta di altre malattie respiratorie stagionali.

Un test rapido e molto utile che in Inghilterra stanno producendo in dosi massicce per darlo a ospedali, case di cura e laboratori in vista dell’autunno e migliorare la capacità diagnostica. Con la riapertura delle attività e soprattutto delle scuole, è necessario prevenire la formazione dei focolai di infezione e isolare rapidamente gli eventuali casi positivi.

I test rapidi preparati in Inghilterra sono due. Il primo si chiama LamPORE ed è prodotto dalla società Oxford Nanopore, permette di isolare il virus in 60-90 minuti e si può fare sia con le apparecchiature in laboratorio che con uno strumento portatile. Il secondo test invece processa il analizza il genetico contenuto nei tamponi nasali ed è già in uso in 8 ospedale. Nelle prossime settimane la società DnaNudge fornirà 5.000 macchinari in modo da avere risultati in tempo reale e senza dover passare dai laboratori di analisi.

Il segretario alla Salute Matt Hancock ha dichiarato:

“Stiamo impiegando le tecnologie più innovative per fronteggiare il coronavirus. Milioni di nuovi test rapidi permetteranno di avere risultati in meno di 90 minuti, aiutandoci a rompere rapidamente la catena dei contagi. Il fatto che questi test possano riconoscere l'influenza così come Covid-19 sarà di grande aiuto con l'arrivo dell'inverno, e permetterà ai pazienti di seguire le giuste raccomandazioni per proteggere se stessi e gli altri”.

Matt Hancock

via | ansa

Foto | Pixabay

  • shares
  • Mail