La pasta scotta fa ingrassare?

La pasta scotta fa ingrassare? Quali sono i benefici della corretta cottura della cottura?

pasta scotta fa ingrassare

La pasta scotta fa ingrassare? La pasta è uno degli alimenti su cui si fonda la dieta mediterranea e uno dei piatti preferiti degli italiani. C’è chi la preferisce al dente, chi cotta a puntino, ma nessuno ama la pasta scotta. La pasta scotta non solo non è buona ma non è neanche troppo salutare, perché ha un indice glicemico più alto e quindi aumenta gli zuccheri nel nostro sangue.

La pasta è buonissima ma va cotta nel modo giusto. Quando si immerge la pasta in acqua bollente vengono idratati i granuli di grano che sono stretti in una rete proteica, chiamata glutine, che pian piano si scioglie rendendo la pasta morbida. Se la pasta si cuoce troppo, le molecole di amido vengono scomposte, si alza l’indice glicemico e si genera un picco di zuccheri nel sangue.

La pasta scotta è meno digeribile perché gli enzimi digestivi fanno più fatica, inoltre è anche meno nutriente. Quindi non possiamo affermare che la pasta scotta faccia ingrassare, ma di certo non aiuta a dimagrire.

La pasta è spesso considerata nemica del dimagrimento ma in realtà non è affatto così, basta solo mangiarne una quantità corretta (tra gli 80 e i 100 gr) e optare per condimenti leggeri, a base di verdure o pesce.

Se ogni tanto la vostra pasta si scuoce mangiatela pure, ma cercate di seguire i tempi di cottura indicati nella confezione. Potete impostare il timer del forno o sullo smartphone e, magari, abituarvi ad assaggiarla durante la cottura.

Foto | Pixabay
Via | focus

  • shares
  • Mail