Autismo e disturbi alimentari nei bambini: esiste un legame

Esiste un legame fra autismo e rischio di soffrire di disturbi alimentari per i bambini e gli adolescenti. La conferma arriva da questo nuovo studio.

Autismo

Esiste un legame fra disturbi alimentari e autismo negli adolescenti e nei bambini. Questo è ciò che è emerso da un nuovo studio pubblicato sul Journal of Child Psychology and Psychiatry, i cui autori spiegano che i bambini con tratti autistici hanno maggiori probabilità, rispetto ai coetanei senza la malattia, di sviluppare un disturbo alimentare.

Per il loro studio, gli autori hanno analizzato un campione di 5.381 adolescenti, ed hanno valutato la presenza di eventuali tratti autistici all'età di 7, 11, 14 e 16 anni, e il loro comportamento alimentare fino all'età di 14 anni.

Ebbene, dallo studio è emerso che gli adolescenti con tratti autistici avrebbero avuto il 24% in più di probabilità di assumere comportamenti alimentari disordinati o scorretti.

Sebbene lo studio non abbia analizzato le ragioni alla base di tale associazione, secondo gli autori i bambini con autismo possono avere difficoltà nella comunicazione sociale e nello sviluppo di amicizie, e ciò potrebbe aumentare il rischio di depressione e ansia per i giovani, e portare poi allo sviluppo di problemi anche per quanto riguarda la sfera alimentare.

Il prossimo passo sarà quello di scoprire perché chi ha tratti autistici corre un rischio maggiore di sviluppare un disturbo alimentare, in modo da progettare interventi volti a prevenire tali disturbi alimentari. Le persone con autismo e disturbi dell'alimentazione potrebbero aver bisogno di un approccio e di un trattamento diversi.

Foto di Hatice EROL da Pixabay
via | ScienceDaily

  • shares
  • Mail